Categorie

QUESITO TECNICO
Impianto di terra obbligatorio nei condomini

~DE’ obbligatorio l’impianto di terra in un condominio?

Riolfo Stefano

~RSe è presente personale dipendente nessun dubbio: gli impianti di terra sono obbligatori nei luoghi di lavoro almeno dal 1955 (DPR 547/55). Se il condominio non è un luogo di lavoro allora la questione si complica per effetto dell’applicazione della Legge 46/90 e del suo regolamento di attuazione.
In base all’articolo 7 comma 3 della Legge 46/90 tutti gli impianti dovevano essere adeguati alla regola dell’arte entro tre anni dall’entrata in vigore del documento:

Legge 46/90
Art. 7 – Installazione degli impianti

..omissis..
3. Tutti gli impianti realizzati alla data di entrata in vigore della presente legge devono essere adeguati, entro tre anni da tale data, a quanto previsto dal presente articolo.

…tuttavia il regolamento di attuazione (DPR 447/91) considerava adeguati gli impianti preesistenti dotati (ai fini della protezione contro i contatti indiretti) di differenziale da 30 mA, anche senza impianto di terra.

DPR 447/91
Art. 5 – Installazione degli impianti

..omissis..
8. Per l’adeguamento degli impianti già realizzati alla data di entrata in vigore della legge è consentita una suddivisione dei lavori in fasi operative purchè l’adeguamento complessivo avvenga comunque nel triennio previsto dalla legge, vengano rispettati i principi di progettazione obbligatoria con riferimento alla globalità dei lavori e venga rilasciata per ciascuna fase la dichiarazione di conformità che ne attesti l’autonoma funzionalità e la sicurezza. Si considerano comunque adeguati gli impianti elettrici preesistenti che presentino i seguenti requisiti: sezionamento e protezione contro le sovracorrenti, posti all’origine dell’impianto, protezione contro i contatti diretti, protezione contro i contatti indiretti o protezione con interruttore differenziale avente corrente differenziale nominale non superiore a 30 mA.

Anche il decreto 37/08 considera adeguati alcuni impianti elettrici senza impianto di terra ma solo quelli a servizio delle unità immobiliari:

DM 37/08
Art. 6 – Realizzazione ed installazione degli impianti
..omissis..
3. Gli impianti elettrici nelle unita’ immobiliari ad uso abitativo realizzati prima del 13 marzo 1990 si considerano adeguati se dotati di sezionamento e protezione contro le sovracorrenti posti all’origine dell’impianto, di protezione contro i contatti diretti, di protezione contro i contatti indiretti o protezione con interruttore differenziale avente corrente differenziale nominale non superiore a 30 mA.

Alla luce di quanto esposto, l’unico caso in cui si può sostenere che non sia obbligatorio l’impianto di terra è quello di condomini realizzati prima della 46/90, senza luoghi di lavoro, in cui le parti comuni vengano considerate pertinenze delle singole unità immobiliari (tesi opinabile), per cui non soggette a obbligo di adeguamento (447/91 e 37/08).

 

Comments ( 2 )

  • Giovanni Arcangeli

    A tale proposito mi è sempre sorto un ulteriore dubbio a favore dell’obbligatorietà dell’impianto di terra.
    Se pure non vi sono lavoratori dipendenti, vi sono comunque le imprese che periodicamente frequentano il condominio (pulizie, riparazioni, ecc.) e che magari utilizzano nel loro lavoro prese a spina presenti nelle parti comuni: occorre garantire per essi una sicurezza almeno equivalente a quella per un lavoratore dipendente?

  • Aggiungo che è di fondamentale importanza la presenza di un interruttore differenziale funzionante. Sia la 46/90 che l’attuale DM 37/08 richiedono come requisito di sicurezza fondamentale che sia installato il suddetto dispositivo, quello che in genere chiamiamo “salvavita”. Se il condominio ha l’impianto di terra ma tutti gli utenti non hanno il salvavita (oppure ce l’hanno ma non è funzionante) è a repentaglio la vita di tutti i condomini, non solo di quello a cui manca il differenziale o che ce l’ha non funzionante.
    Alessio Piamonti.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.