Categorie

QUESITO TECNICO
Caratteristiche del “nodo” dei locali medici

impianti elettriciIl nodo equipotenziale da realizzare nei locali medici di gruppo 1 o gruppo 2 deve necessariamente essere realizzato in una cassetta di derivazione dedicata? o separata dai conduttori attivi con un setto separatore? In altri termini è ammessa la realizzazione del nodo equipotenziale nella medesima cassetta di derivazione impiegata per le varie derivazione dei conduttori attivi?
Nella predetta valutazione può influire la scelta della tipologia di barretta di rame impiagata per realizzare il nodo? cioè per realizzare il nodo si può usare in maniera indistinta un barra di rame nuda o una barra di rame in un involucro isolante?

Gianni Grieco

impianti elettriciConsigliabile, non “obbligatorio”, prevedere una cassetta separata.
Barra o morsetto non è rilevante, importante che i singoli conduttori equipotenziali siano identificabili e sezionabili individualmente.

Comments ( 1 )

  • Santo

    Certamente una cassette dedicata a contenere SOLAMENTE il nodo/sub nodo nei locali medici è preferibile .
    Per la misura della resistenza dei conduttori di protezione ( PE ) e dei conduttori equipotenziali (EQP) collegati rispettivamente alle masse / masse estranee installati nel locale medico di gruppo 2 e al nodo principale del locale , è necessario scollegare singolarmente i conduttori da sub nodi/nodi .
    Nel caso in cui il nodo e/o sub nodo è collocato nella stessa cassetta del locale medico nella quale vi siano anche circuiti elettrici con derivazioni a morsetti di alimentazione prese a spina e/o giunzioni di cavi alimentati da circuiti elettrici con sistema IT-M , e un conduttore collegato al sub nodo ,accidentalmente durante la misura va in contatto con un polo del circuito secondario del sistema IT-M , tale contatto , provocherebbe certamente un guasto .
    Nei locali medici di gruppo 1 , ( anche se non è necessaria la misura della resistenza R PE / R EQP rispetto al nodo principale del locale ) il contatto accidentale del conduttore (oggetto della misura )con una fase farebbe intervenire ( se regolarmente funzionante e coordinato con altri interruttori differenziali ) l’interruttore differenziale del locale . provocando probabilmente, un disservizio ..
    Quanto sopra nel caso in cui le misure vengono eseguite con i circuiti elettrici in tensione .
    Il Normatore potrebbe ( sforzandosi un pochino ) indicare chiaramente, nelle varie stesure delle varianti alle Norme C.E.I 64-8 /7 sezione 710. la collocazione del nodo / sub nodo .e tanti altri punti ..

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.