Categorie

Rinnovabili: cosa segnano i barometri europei

L’Ufficio Studi ENEA (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ha curato la versione italiana dei “barometri” EurObserv’ER sullo sviluppo delle fonti rinnovabili in Europa.
I barometri EurObserv’ER riportano lo stato di sviluppo delle fonti rinnovabili nei Paesi Membri dell’Unione Europea in termini di potenza installata ed energia prodotta da ciascuna tecnologia nonché della consistenza della produzione industriale dei relativi sistemi e componenti. Sono realizzati dal consorzio Observ’ER, Observatoire des énergies renouvelables, nell’ambito del programma «Energia intelligente – Europa» cofinanziato da Ademe e dalla DG TREN.
La versione italiana dei barometri, scaricabile gratuitamente in formato elettronico dal sito www.enea.it, è realizzata dall’ENEA sulla base di un accordo di collaborazione con il consorzio Observ’ER e con la rivista QualEnergia che ne cura la pubblicazione.

SOLARE TERMICO
Il mercato europeo del solare termico è cresciuto in maniera spettacolare nel 2008 con oltre 4,6 milioni di m2 installati rispetto ai 3,1 milioni di m2 nel 2007. Ciò è dovuto principalmente al raddoppio del mercato tedesco, ma anche la forte crescita nei Paesi del sud Europa ha giocato un ruolo chiave. Mentre il 2009 appare incerto, le prospettive di crescita a medio e lungo termine sono ancora entusiasmanti.

FOTOVOLTAICO
Spagna e Germania hanno dominato il mercato mondiale del fotovoltaico nel 2008, più che raddoppiato rispetto al 2007. L’Unione Europea ha continuato a guidare l’installazione di celle fotovoltaiche con ulteriori 4.592,3 MWp nel 2008, ossia una crescita del 151,6% rispetto al 2007. Tuttavia, la crisi finanziaria globale e il previsto rallentamento del mercato spagnolo rendono per il 2009 più incerte le prospettive di crescita del mercato fotovoltaico europeo.

EOLICO
Continua a livello mondiale lo sviluppo dell’energia eolica. Nel corso del 2008 è stata superata la soglia simbolica dei 100.000 MW eolici, con una potenza installata stimata di 120.823,5 MW. Mai prima d’ora un settore energetico aveva registrato uno sviluppo così rapido. Nel 2008, nonostante una leggera flessione del mercato europeo (-1,8% pari a 8.447,1 MW), si è avuta una crescita spettacolare negli Stati Uniti (+59,4% pari a 8.358 MW) e in Cina (+90,7% pari a 6.300 MW).

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.