Categorie

QUESITO TECNICO
Cavi sotto intonaco per il punto luce “complicato”

~DIn un edificio per civili abitazioni, per realizzare un centro luce abbiamo il soffitto completamento in cemento armato e delle travi a spessore. Si può mettere il cavetto al posto del tubo, visto che bisognerebbe scavalcare tutti i ferri del cemento per realizzare una traccia? Quale normativa regola questa situazione?

Lupoli Massimo

~RLa Norma CEI 64-8/5 all’art. 521 permette, anche se non raccomandata, la posa di cavi sotto intonaco. Si vedano le Tabelle 52B e 52C della stessa norma. Nella suddetta posa sono da utilizzare cavi con guaina e isolamento 0,6/1 kV. Necessario concordare detto tipo di posa con il Committente (o l’utilizzatore dell’impianto) in quanto l’art. 37.2 della Norma CEI 64-8/3 prescrive la sfilabilità dei conduttori per gli impianti in ambito residenziale (non è così in tutti i paesi europei e secondo il decreto 37/08 gli impianti realizzati in conformita’ alla vigente normativa e alle norme dell’UNI, del CEI o di altri Enti di normalizzazione appartenenti agli Stati membri dell’Unione europea o che sono parti contraenti dell’accordo sullo spazio economico europeo, si considerano eseguiti secondo la regola dell’arte).

Comments ( 1 )

  • Roberto

    Leggendo la 64/8 cè un paragrafo contrastante che dice: si è vero che deve essere sfilabile,ma si può mettere anche un cavo sotto traccia per esempio fg7 che può stare all’esterno o sottoterra purche ci siano in questo caso 3 cm di intonaco.come ci dobbiamo comportare in tal caso,e i fili trecciati siliconici possono essere usati in alternativa esterni senza protezione?

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>