Ultime news

Innovazione e attenzione al Made Italy sono le due parole chiave che accompagnano la partnership pluriennale tra le due storiche aziende italiane.
La storia della collaborazione tra Finder e Comparato inizia circa trent’anni fa, quando la vision comune nella costruzione di soluzioni innovative e sostenibili di entrambe le aziende italiane ha dato vita a un rapporto professionale solido, attivo ancora oggi.

L’azienda Comparato, da 54 anni punto di riferimento a livello internazionale nel settore idrico-sanitario, ha trovato in Finder un partner strategico per la produzione delle valvole motorizzate, attuale core-business dell’azienda ligure. I relè Finder, infatti, vengono utilizzati all’interno delle valvole dove gestiscono l’inversione del motore nelle fasi di apertura e di chiusura. Un know-how riconosciuto e specializzato e gli elevati standard di precisione nella produzione di ogni componente, permettono a Comparato di essere un’azienda innovativa e all’avanguardia.
Innovazione e attenzione al Made in Italy sono, appunto, i due fattori chiave della collaborazione tra Finder e Comparato, aziende accomunate dalla continua ricerca di obiettivi stabili e, soprattutto, da una vision fortemente orientata alla costruzione di soluzioni certificate e sostenibili, spesso non visibili, in grado di migliorare la vita quotidiana delle persone.

Una partnership ormai trentennale che vede, in entrambe le aziende, il concetto di persone e famiglia sempre al centro: sia Finder che Comparato, infatti, sono nate dall’intuizione dei loro fondatori che hanno dato vita a realtà industriali in grado di garantire, ancora oggi, prodotti di qualità usati in tutto il mondo.

Tra gli oltre 14.500 prodotti a catalogo Finder, oggi Comparato utilizza i relè per circuito stampato delle Serie 40 e 41, corredati dagli zoccoli della serie 95.
All’interno dei cicli di produzione, inoltre, vengono utilizzate anche le interfacce modulari Serie 39 e gli alimentatori switching della Serie Serie 78.

Scopri di più nel video dedicato a questo case study sul sito findernet.com

Altre News

Vedi tutte