Categorie

ARERA
Prelievi di energia reattiva: i nuovi corrispettivi

L’ARERA, Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente, ha recentemente pubblicato la Delibera 27 dicembre 2019 568/2019/R/eelAggiornamento della regolazione tariffaria dei servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica per il semiperiodo di regolazione 2020-2023“. Il documento aggiorna i testi integrati relativi a trasmissione (TIT), misure (TIME) e connessioni (TIC).
Il testo introduce alcuni aggiustamenti in materia di prelievo di energia reattiva senza modificare sostanzialmente la relativa tariffazione. In particolare si segnala quanto contenuto nell’allegato A alla delibera (TIT aggiornato), che prevede quanto segue:

Clienti finali collegati alle reti di bassa e media tensione (tabella 4)
Vengono confermate le disposizioni generali già in vigore per i prelievi di energia reattiva, ovvero:
– il livello minimo del fattore di potenza istantaneo in corrispondenza del massimo carico per prelievi nelle fasce F1 e F2 è pari a 0,9;
– il livello minimo del fattore di potenza medio mensile è 0,7;
– non è consentita l’immissione in rete di energia reattiva.
Nei casi in cui non siano rispettate tali disposizioni, il gestore di rete può chiedere l’adeguamento degli impianti, pena il distacco da rete. I corrispettivi economici sono immutati rispetto a quelli in vigore nel 2019:

energia reattivaTabella 4: Corrispettivi per prelievi di energia reattiva di clienti finali non domestici, connessi in bassa tensione con potenza disponibile superiore a 16,5 kW ed in media tensione.

Clienti finali collegati alle reti di media tensione (tabella 5)
I corrispettivi economici per gli anni 2020 e 2021 sono immutati, ma:
– per il 2020, i corrispettivi del primo scaglione verranno applicati quando il cosφ medio mensile è inferiore a 0,9 (ovvero quando l’energia reattiva prelevata è superiore al 50% dell’energia attiva), in continuità con le regole vigenti nel 2019.
– per il 2021, i corrispettivi del primo scaglione verranno applicati quando il cosφ medio mensile è inferiore a 0,95 (ovvero quando l’energia reattiva prelevata è superiore al 33% dell’energia attiva).
I corrispettivi saranno i seguenti:

Tabella 5: Corrispettivi per prelievi di energia reattiva di clienti finali connessi in alta e altissima tensione e per transiti di energia reattiva in corrispondenza di punti di interconnessione tra reti per il biennio 2020-2021.

Comments ( 3 )

  • CLAUDIO PERGOLESI

    E’ un’autentica vergogna che ancora si faccia pagare così poco gli sforamenti del cos f, se si vuole ridurre veramente il transito di energia reattiva sulle reti di distribuzione per ridurre le perdite per effetto Joule sulle stesse e si continua a parlare di aumentare l’efficienza della rete e incentivare il risparmio energetico …. inoltre anche nelle fasce F3 le perdite sulla rete continuano ad esserci e non si fa pagare nulla !!!
    Sono mai state calcolate le perdite in kWh e la maggior CO2 emessa dagli impianti di produzione in un anno a seguito dell’eccesso di transito di energia reattiva sulla rete nazionale??? E’ il caso di ripristinare le vecchie tariffe degli anni 2000 … già allora basse e da alcuni anni più che dimezzate??

  • Sergio Sisani

    Attenzione, c’è un errore nel testo: la Tabella 5 è per l’alta tensione e NON per la media.

  • Manuele

    La cosa più triste è che l’abbassamento drastico di alcuni anni fa ha coinciso con il recepimento dell’innalzamento della soglia a 0.95 che avrebbe accentuato le penali e sensibilizzato chi oggi invece si trova in una fascia in cui costa meno non rifasare.
    Purtroppo in questa fascia di panale trascurabile si trova una quantità di piccole attività che, messe assieme, comportano un carico enorme sul sistema.
    Qui ulteriori informazioni e tutta la delibera scaricabile:
    http://www.elcontrol-energy.net/parametri-calcolo-penali-energia-reattiva-2020/

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.