Categorie

QUESITO TECNICO
Dichiarazione di conformità per i Vigili del Fuoco

Vivo in un appartamento nel quale l’impianto elettrico è stato realizzato prima del 1990 e mai più toccato.
il Comando dei Vigili del Fuoco mi chiede la certificazione di conformità dell’impianto elettrico, non ho trovato installatori abilitati che me la facciano in quanto dicono che non è prevista, ho chiesto la dichiarazione di conformità, ma anche lì, niente da fare.
un tecnico mi ha proposto: dichiariamo che l’impianto è stato realizzato dopo il 90, ma prima del 2008, così posso farti la dico, il problema è che non c’è l’impianto di terra, l’appartamento inoltre è in un palazzo al 16° piano, dovrei anche portarmi giù la terra?, posso attaccarmi ad un ferro? penso proprio di no,.
se la normativa non lo prevede possono i vvf richiedermelo?, è vero che si può, in questi casi autocertificare che è provvisto delle protezioni previste dalla 46?, posso consegnare tale autocertificazione ai vvf?. io non avrei intenzione di rifare l’intero impianto elettrico di casa, spesa stimata 5000 euro.

anonimo

Si tratta di comprendere perché i vigili del fuoco chiedano la dichiarazione di conformità di un impianto elettrico di una unità immobiliare privata che non costituisce attività soggetta al controllo dei vigili del fuoco pur essendo inserita in un edificio con altezza antincendio superiore a 24 m (attività 77 DPR 151/11).
La dichiarazione di conformità di cui all’art. 7 del decreto 37/08 può essere rilasciata solo per impianti di nuova realizzazione o per attività di adeguamento di impianti. Nel caso previsto non è possibile rilasciare la dichiarazione di rispondenza di cui all’art. 7 comma 6 del decreto 37/08.
Le consigliano di cambiare tecnico e non seguire gli impropri pareri dello stesso,
Per l’impianto di terra non presente nell’edificio consigliamo di rappresentare la situazione all’amministrazione di condominio a mezzo posta raccomandata o PEC dando alla stessa un termine per adeguare gli impianti dell’edificio. In assenza d risposte ed azioni concrete Lei può procedere con la realizzazione di un proprio impianto di terra da installarsi nelle parti comuni del condominio. Nulla osta all’utilizzo dei ferri di armatura quali conduttore di protezione e dispersore di terra previa esecuzione delle misure elettriche previste dalla Norma CEI 64-8/6 e delle valutazioni tecniche con riferimento alle prescrizioni contenute nella Norma CEI 64-8/5 Capitolo 542.
Non è possibile, all’oggi, adeguare impianti di unità immobiliari ad uso abitazione secondo l’art. 7 comma 2 della Legge 46/90 e tantomeno autocertificare un adeguamento alla Legge 46/09 sostituita nel 2008 dal decreto 37/08.
Consigliamo vista l’età dell’impianto di procedere al rinnovo integrale o parziale dello stesso affidando le opere ad una impresa in possesso dei requisiti tecnico professionali previsti dal decreto 37/08.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.