Categorie

QUESITO TECNICO
Realizzare impianti elettrici all’estero

Un mio cliente mi ha chiesto di rifare l’impianto elettrico della sua casa in un condominio in Austria, vicino ad Innsbruck. Volevo sapere se devo riferirmi ad una qualche normativa particolare e se una mia eventuale dichiarazione di conformità è valida anche in un altro paese che non è l’Italia.

Enrico Costa

Ai sensi dell’art. 56 del Trattato di funzionamento dell’Unione Europea la sua azienda può offrire e fornire i propri servizi in altri Stati membri su base temporanea pur restando nel paese d’origine (libera prestazione dei servizi). Nel caso di insediamento definitivo dell’azienda in altro Stato membro dovrà essere rispettata la legislazione nazionale vigente.
Nel caso di specie per realizzare impianti elettrici si dovrà aderire obbligatoriamente all’Associazione Federale degli Appaltatori Elettrici (Bundesinnung) che è regolata dalla legge sulle “Camere economiche” (Wirtschaftskammer-Gesetz).
Per ottenere l’abilitazione come elettricista (Befähigungsprüfung) è necessario superare un esame da svolgersi secondo una normativa (Befähigungsprüfungs-Ordnung) che è emessa dall’Associazione Federale ma che ha valore di legge. Altra procedura è il “Regolamento per l’accesso all’attività di installatore elettrico” (Zugangs-Verordnung) emanata dal Ministero dell’economia.
Per qquanto rigurada la normativa tecnica si deve fare riferimento alle norme emesse da: OVE Österreichischer Verband für Elektrotechnik, ovvero il Comitato Elettrotecnico Austriaco (http://www.ove.at) aderente al CENELEC e all’IEC.
Nello specifico possiamo citare le norme:
ÖVE/ÖNORM E 8001-1 per le misure di sicurezza
ÖVE/ÖNORM E 8002 per l’illuminazione di sicurezza
ÖVE/ÖNORM E 8014 per l’impianto di terra
ÖVE/ÖNORM E 8701 per la riparazione di apparecchi elettrici
ÖVE/ÖNORM EN 62305 per la protezione contro i fulmini
Di fatto le norme OVE della serie 8000 si riferiscono alla normativa europea HD 60364, quindi può utilizzare le Norme CEI 64-8.
Solitamente, salvo in alcune zone dove viene utilizzato il sistema TT, viene utilizzato per la distribuzione in bassa tensione il sistema TN. Per ogni nuova installazione deve essere rilasciato un rapporto di verifica ai sensi dellla norma ÖVE/ÖNORM E 8001-6-1.
Nel caso di affitto di un appartamento il locatario deve, per obbligo di legge, rilasciare all’affittuario una verifica ai sensi della norma ÖVE/ÖNORM E 8001-6-2.
Per i lavori sotto tensione, per l’esecuzione dei quali è necessaria l’abilitazione e un’esperienza di almeno 3 anni nell’attività di installatore, oltre ad applicare la EN 50110 si applica una legge (Elektroschutzverordnung 2012) (Regolamento per la protezione dai rischi elettrici 2012).

Consigliamo in ogni caso un carteggio preliminare con la Camera Economica territorialmente competente.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.