Categorie

TELEMA
I resistori di carico Telema S.p.A. per garantire il funzionamento dei gruppi elettrogeni

Maltempo, obsolescenza tecnologica e danni strutturali sono tra le principali cause di black out elettrici che mettono a rischio i processi produttivi in genere, diventando particolarmente pericolosi ove interrompano l’erogazione di servizi fondamentali come quelli ospedalieri, i trasporti o la pubblica sicurezza.

Proprio per questo motivo, è fondamentale che aziende e strutture per le quali la continuità elettrica sia irrinunciabile, si dotino di gruppi elettrogeni

Tali gruppi elettrogeni rappresentano un investimento economico considerevole e al fine di poter contare sul loro corretto funzionamento nel momento dell’emergenza diventa imprescindibile un programma completo di manutenzione preventiva che includa semestralmente una prova di carico del generatore.

Per lo svolgimento corretto dei test è necessario riprodurre il più fedelmente possibile le condizioni in cui il gruppo elettrogeno di emergenza potrebbe trovarsi ad operare. Molto spesso invece, i test avvengono con carichi molto bassi, se non addirittura a vuoto, e ciò rende i generatori sempre più inaffidabili e costosi da mantenere.  Questa modalità di prova infatti genera fenomeni quali l’accumulo di carburante incombusto (wet-stacking) e di carbonio nelle camere di combustione e scarico che portano come conseguenze anomali consumi di olio e carburante, degrado delle prestazioni e dell’affidabilità del motore ed incremento delle spese di funzionamento.

Per evitare queste problematiche ed eseguire test realmente significativi, è necessario dotarsi di un resistore di carico.

La proposta di TELEMA S.p.A.

Attraverso l’utilizzo di un resistore di carico TELEMA, la prova può essere programmata e svolta sempre in condizioni ottimali potendola svincolare dalla disponibilità delle utenze che sono interessate alla prova. I resistori di carico sono unità complete dotate di elementi resistivi, sistema di ventilazione, dispositivi di protezione, dispositivi elettromeccanici ed elettronici di controllo del carico e strumenti digitali per la misura delle grandezze elettriche.

Avvalendosi di un banco di carico resistivo TELEMA, la durata ed il rendimento del motore vengono prolungati e si ha la garanzia che il generatore interverrà nel momento in cui si verificherà il black out elettrico.

Attraverso uno specifico software proprietario, TELEMA è in grado di proporre un sistema completo di controllo della prova di carico con gestione via pc o smartphone, con qualsiasi sistema operativo utilizzando rete wi-fi, ethernet o via internet. Tra le principali funzioni, segnaliamo:

  • Gestire gradini di carico multipli con gradino minimo di 1 kW
  • Programmare i cicli di carico in funzione del tempo
  • Rilevare i principali dati elettrici, visualizzarli e memorizzarli su supporti esterni

Sono disponibili numerosi modelli di resistori di carico, sia in versione orizzontale che verticale, in grado di soddisfare qualsiasi richiesta.

“Oggi molti grandi utilizzatori di gruppi elettrogeni sono consapevoli dell’importanza di investire nell’implementazione e nella manutenzione degli apparati preposti alla gestione di eventuali emergenze. Tuttavia viene spesso sottovalutata l’importanza di abbinare all’installazione del gruppo elettrogeno un resistore di carico fisso, il cui costo è pienamente giustificato dal risparmio in termini di manutenzione durante la vita del gruppo. Per ogni gruppo elettrogeno di emergenza, le prove periodiche che comprendano l’esecuzione della prova sotto carico che porti il motore, l’alternatore ed il radiatore fino alle normali temperature di esercizio, sono sicuramente una garanzia che il generatore interverrà prontamente nel momento in cui si verificherà una vera e propria interruzione di corrente” commenta Lodovico Mascardi, Technical Director TELEMA S.p.A.

Per ulteriori informazioni visitare https://www.telemait.com/scheda-banchi-di-carico-per-prova-generatori-di-emergenza-p-9.html 

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>