Categorie

QUESITO TECNICO
Dichiarazione di rispondenza impianto superiore a 6 kW

~DDevo affittare un fondo commerciale e l’impianto elettrico è stato modificato nel 2003 ma è stata persa la dichiarazione di conformità. Ho chiesto ad una ditta di fornirmi una dichiarazione di rispondenza dell’impianto e mi hanno detto che prima serve fare il progetto da parte di un progettista poiché l’impianto è superiore a 6kW chiedendo quindi anche i costi della progettazione.
E’ vero che serve il progetto se l’impianto è superiore a 6kW?

Laura D.

~RLa dichiarazione di rispondenza sostituisce la dichiarazione di conformità nei casi in cui non è più reperibile:

DM 37/08 art. 7
..
6. Nel caso in cui la dichiarazione di conformita’ prevista dal presente articolo, salvo quanto previsto all’articolo 15, non sia stata prodotta o non sia piu’ reperibile, tale atto e’ sostituito – per gli impianti eseguiti prima dell’entrata in vigore del presente decreto – da una dichiarazione di rispondenza, resa da un professionista iscritto all’albo professionale per le specifiche competenze tecniche richieste, che ha esercitato la professione, per almeno cinque anni, nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione, sotto personale responsabilita’, in esito a sopralluogo ed accertamenti, ovvero, per gli impianti non ricadenti nel campo di applicazione dell’articolo 5, comma 2, da un soggetto che ricopre, da almeno 5 anni, il ruolo di responsabile tecnico di un’impresa abilitata di cui all’articolo 3, operante nel settore impiantistico a cui si riferisce la dichiarazione.

Il documento deve ricostruire anche tutti gli allegati alla dichiarazione non più disponibili, tra cui eventualmente il progetto (relazione tecnica, schemi, elaborati grafici, ecc.). Sopra certi limiti dimensionali, tra cui i 6 kW, la dichiarazione di rispondenza deve essere redatta da professionista iscritto a ordine o albo, e non da responsabile tecnico di impresa installatrice.

Comments ( 3 )

  • GIULIO PASSARINI

    In sostanza serve una reverse eng. cioè una progettazione al contrario. Si verifica dallo stato di fatto se l’impianto sia corrispondente ad un progetto a regola d’arte. Il progettista farà questo percorso fino a consegnarvi un progetto, o per meglio dire un post-getto. Dove si riscontrassero non conformità, queste saranno oggetto di modifica da parte di ditta abilitata che deve rilasciare una dichiarazione di conformità per i lavori eseguiti.
    Saluti,
    Giulio Passarini

  • MASSIMO PERTOLDI

    Buongiorno,
    Impianto con obbligo di progetto, senza alcun tipo di certificazione presente.
    1) Fare dichiarazione di rispodenza
    2) Fare dichiarazione di conformità per le opere di adeguamento

    Chiedo: la dichiarazione di conformità dovrebbe riportare nel modulo ministeriale gli estremi del progettista, ma in questo caso ho solo la dichiarazione di rispondenza e non ho un progetto.
    Secondo voi andrebbe fatto anche il progetto per le opere di adeguamento?

  • redazione

    la modalità corretta per trasmettere un quesito alla redazione è tramite il link: http://www.nt24.it/portal/quesiti-tecnici-chiedi-a-nt24-it/
    saluti

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.