Categorie

QUESITO TECNICO
Impianti di rilevazione fumi: bastano le lettere “a” e “b”?

~DVolevo sapere se io come ditta abilitata dal 2005 con lettere A e B potevo certificare senza problemi anche la rivelazione fumi.
grazie.

Antonio via form

~RNon può. Non fa differenza la data di abilitazione, per gli impianti di rilevazione di fumo serve la lettera G, in quanto impianti di protezione antincendio:

2. Gli impianti di cui al comma 1 sono classificati come segue:
a) impianti di produzione, trasformazione, trasporto, distribuzione, utilizzazione dell’energia elettrica, impianti di protezione contro le scariche atmosferiche, nonche’ gli impianti per l’automazione di porte, cancelli e barriere;
b) impianti radiotelevisivi, le antenne e gli impianti elettronici in genere;
c) impianti di riscaldamento, di climatizzazione, di condizionamento e di refrigerazione di qualsiasi natura o specie, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e delle condense, e di ventilazione ed aerazione dei locali;
d) impianti idrici e sanitari di qualsiasi natura o specie;
e) impianti per la distribuzione e l’utilizzazione di gas di qualsiasi tipo, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione e ventilazione ed aerazione dei locali;
f) impianti di sollevamento di persone o di cose per mezzo di ascensori, di montacarichi, di scale mobili e simili;
g) impianti di protezione antincendio.

Lo specifica l’art. 2 comma 1 lettera h:

h) impianti di protezione antincendio: gli impianti di alimentazione di idranti, gli impianti di estinzione di tipo automatico e manuale nonche’ gli impianti di rilevazione di gas, di fumo e d’incendio;

Comments ( 5 )

  • Giuseppe Persichini

    Salve, in sostanza un idraulico può “mettere mano” in un impianto con parti elettriche in tensione, ma un elettricista no! Io credo che avendo la lettera “B”, gli impianti di rilevazione fumi vadano visti come impianti elettronici in genere in quanto tali (elettronici), anche se so che la legge prevede la “G”….
    Saluti, Giuseppe.

  • PROGET

    Sono dello stesso parere del Sig.Persichini, gli impianti di rivelazione e segnalazione incendi dovrebbero ricadere negli impianti elettronici. Se non mi sbaglio era allo studio una richiesta di modifica del DM37, ma con l’altalena dei governi, non è mai stato preso un provvedimento.

  • Salve, sono il direttore tecnico di una soc. Cooperativa operante nel campo dell’impiantistica, sono in possesso solo delle lettere “A” e “B” dovendo realizzare un impianto di rilevazione fumi, e non essendo in possesso della lettera “G” , (non sto qui a commentare l’assurdità della legge!!!) cosa posso fare per aggirare l’ostacolo? per es. assumere una figura in possesso dei requisiti?

  • redazione

    Buongiorno Francesco,
    il metodo corretto per sottoporre un quesito tecnico alla redazione è tramite il form:

    http://www.nt24.it/portal/quesiti-tecnici-chiedi-a-nt24-it/

    Saluti.

  • Christian Bozzato

    Buongiorno, non sono d’accordo su alcuni pareri dei colleghi, io sono in posseggo delle lettere A-B-G ho dovuto fare la gavetta per averle rimettendoci anche molto denaro in quanto socio, quindi e giusto come dice la normativa.
    Poi non vedo il problema fateli fare a me

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.