Categorie

QUESITO TECNICO
Verificatore contro progettista: chi ha ragione?

~DBuongiorno, mi occupo di verifiche in un organismo (DPR 462/01). Mi trovo a contestare un impianto (sistema TT – ambiente marcio) dove la carpenteria metallica del quadro di distribuzione subito a valle del contatore non è protetta. Sapevo che se nel quadro la protezione generale è differenziale si poteva soprassedere, ma in questo caso non lo è. Non solo, anche la linea del rifasatore non ha differenziale. Secondo me non va bene.
Ho allertato il committente che ha subito convocato il suo progettista.
Il progettista (che ha progettato l’impianto e seguito i lavori) sostiene che il differenziale può non essere installato. In quanto è rispettato il coordinamento Rt < UL / Ia. La resistenza di terra misurata con loop test è in effetti 0,15 ohm e il generale magnetotermico ha In = 250 A. Chi ha ragione?

Gallo F. via form

~RHa ragione Lei e torto il progettista: per i sistemi TT, anche in ambienti ordinari, per la protezione contro i contatti indiretti con interruzione automatica dell’alimentazione è obbligatorio utilizzare dispositivi di protezione a corrente differenziale (si veda la Norma CEI 64-8  art. 413.1.4.2, che riportiamo per praticità).

413.1.4.2 Nei sistemi TT si devono utilizzare dispositivi di protezione a corrente differenziale.
Deve essere soddisfatta la seguente condizione: RE x Idn ≤ UL dove:
RE è la la resistenza del dispersore in ohm;
Idn è la corrente nominale differenziale in ampere.
Per ottenere selettività con i dispositivi di protezione a corrente differenziale nei circuiti di distribuzione è ammesso un tempo di interruzione non superiore a 1 s.

Comments ( 2 )

  • FRANCO DI STEFANO

    Buongiorno, relativamente al quesito posto, mi permetto di non concordare con la sua risposta. In pratica, se immediatamente a valle del contatore di energia (< m 3) ho un quadro metallico con generale equipaggiato di dispositivo differenziale e la conduttura (es.: FG7R), nonché il modo di installazione è equiparabile a doppio isolamento, non è necessario installare una protezione differenziale a monte. A supporto riporto l'art. della norma 64-8.
    413.2.4 Condutture
    Resta valido tuttavia quanto disposto dagli artt. 701.520.02 e 702.520.02, rispettivamente per i locali contenenti bagni e docce e per le piscine, e quanto disposto da Norme CEI particolari. (Vedere anche il Commento a 542.1.1).
    I tratti di cavo compresi tra l’ingresso dell’alimentazione in un quadro metallico ed il dispositivo di protezione destinato alla protezione contro i contatti indiretti, si considerano idonei a soddisfare le prescrizioni del presente articolo, anche se sono sprovvisti di guaina non metallica o non sono installati in tubi protettivi od in canali isolanti, quando abbiano la lunghezza strettamente necessaria ad effettuare la connessione ai terminali del dispositivo di protezione.
    Queste connessioni, se realizzate in accordo con le Norme del dispositivo di protezione e in accordo con le eventuali indicazioni di montaggio fornite dai costruttori del dispositivo di protezione e/o del quadro, consentono di ottenere l’isolamento richiesto.

  • admin

    Grazie per il contributo, tuttavia la questione posta è differente. Lo scrivente chiede se il coordinamento tra impianto di terra e protezioni nei sistemi TT possa essere soddisfatto utilizzando un magnetotermico (non differenziale), sfruttando un valore della resistenza di terra piuttosto favorevole. La risposta a questo quesito è no, alla luce dell’art. 413.1.4.2 “Nei sistemi TT si devono utilizzare dispositivi di protezione a corrente differenziale”.

    Lo scrivente dice anche che “se nel quadro la protezione generale è differenziale si può soprassedere, ma in questo caso non lo è” e “anche la linea del rifasatore non ha differenziale”, evidenziando che parte di impianto non è protetta contro i contatti indiretti.

    Viceversa, se la protezione generale a valle del contatore, installata nel quadro generale, fosse differenziale, allora secondo l’articolo che Lei ha citato, non ci sarebbero stati problemi.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.