Categorie

QUESITO TECNICO
Nodo EQP nei locali ad uso medico: ispezionabile o… a vista?

DIn una clinica che seguo quale responsabile della sicurezza, nel contesto di una verifica periodica (DPR 462/01) l’ispettore dell’ASL ha segnalato alcune non conformità su di un nodo equipotenziale in un locale di gruppo 1 (non erano identificati alcuni conduttori) e ci ha concesso 30 giorni per sistemare.
Con la direzione abbiamo deciso di rifare completamente il complesso degli equipotenziali, visto che l’impianto era datato (ed effettivamente alcuni conduttori non si sapeva cosa facevano).
All’ulteriore visita dell’ASL mi è stato contestato il fatto che il nodo equipotenziale non era più visibile (abbiamo sostituito le vecchie scatole con il coperto in plexiglass con scatole nuove interamente in plastica e ovviamente per accedere al nodo basta aprire 4 viti). Ma il nodo deve essere a vista?

Anonimo via mail

RDirei proprio di no. Secondo la Norma CEI 64-8 Art. 710.413.1.2.2.4 le connessioni al nodo devono essere “accessibili” e “identificabili”. In altre parole, il nodo equipotenziale deve essere “ispezionabile”, quindi va bene così.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.