Categorie

Nuova 64-8: tutte le novità della settima edizione

A luglio dello scorso anno è stata pubblicata la settima edizione della Norma CEI 64-8. Inoltre è appena terminata la fase di inchiesta pubblica per la variante 1 della Norma. Una panoramica estesa delle novità dei due documenti ci è stata presentata dall’Ing. Giuseppe Bosisio (Coordinatore delle Attività dei Comitati Tecnici del CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano) nell’articolo “Nuova Norma CEI 64-8 edizione 2012 e Variante V1“. In questo articolo ripercorriamo tutte le 7 sezioni per scoprire nel dettaglio cosa è cambiato. Per ognuna delle sezioni riporteremo in modo sintetico i riferimento agli articoli, capitoli o sezioni oggetto di modifica. Indicheremo inoltre tutte le parti aggiunte.

I.

Parte 1 – Oggetto, scopo e principi fondamentali
11.1 “Campo di applicazione della Norma” – Articolo + Commento: Modificati
Aggiunti riferimenti alle Norme CEI 0-21 (connessione reti BT) e 64-15 (Edifici di rilevanza storica/artistica). Aggiunto al campo di applicazione gli impianti di illuminazione esterna in parallelo, gli impianti fotovoltaici, le unità mobili e i gruppi generatori BT.

11.3 “Campo di applicazione della Norma” – Articolo: Modificato
Aggiunti riferimenti alla Norma CEI 64-7 (Impianti di illuminazione pubblica in bassa tensione).

131.4 “Protezione contro gli effetti termici” – Commento: Modificato
“I Componenti elettrici, durante il servizio ordinario, devono essere tali da non innescare materiali combustibili o infiammabili, ne provocare ustioni in assenza di guasti”.

131.7.3 “Protezione contro le sovratensioni e le influenze elettromagnetiche” – Articolo: Nuovo
Il nuovo articolo introduce l’obbligo per gli impianti elettrici di avere un livello d’immunità adeguato contro i disturbi elettromagnetici in modo da funzionare correttamente nell’ambiente specificato.

132.13 “Documentazione” – Commento: Nuovo
E’ necessario che ogni impianto sia accompagnato da adeguata documentazione di progetto.

133.2.4 “Scelta dei componenti elettrici” – Articolo: Modificato
Modificate leggermente le definizioni di fattore di utilizzazione e fattore di contemporaneità.

134.1.8 e 134.1.9 “Realizzazione, verifica iniziale e periodica degli impianti” – Articoli: Nuovi
Ogni intervento di modifica ad un impianto deve essere compatibile con la situazione esistente.

134.3 “Verifiche periodiche” – Articolo: Nuovo
E’ obbligatoria la manutenzione periodica di tutti gli impianti.

II.

Parte 2 – Definizioni
21.1 “Impianto elettrico” – Articolo: Modificato
Nuova definizione di impianto, componenti e apparecchi utilizzatori sono trattati dalla 64-8 unicamente per quanto attiene la loro scelta (compatibilità) rispetto all’impianto elettrico.

21.5 “Alimentazione dei servizi di sicurezza” – Articolo + Commento: Modificati
Sono stati aggiunti alcuni esempi di servizi di sicurezza.

24.12 “Conduttore PEM” – Articolo: Nuovo
Definizione del conduttore PEM.

III.

Parte 3 – Caratteristiche generali
312.1 “Sistemi di conduttori attivi” – Articolo: Modificato
Nuovi esempi definiscono i conduttori attivi nei sistemi in corrente alternata.

312.2 “Modi di collegamento a terra” – Articolo: Modificato
Modificati gli schemi generali dei sistemi TN, TT e IT con l‘introduzione la spiegazione dei nuovi simboli rappresentativi del N, del PEN e del PEM.

314.1 “Suddivisione dell’impianto” – Articolo: Modificato
Nuovi esempi di suddivisione per migliorare la selettività delle protezioni o la compatibilità elettromagnetica.

36 “Continuità di servizio” – Articolo: Nuovo
Aggiunte informazioni utili per determinare il sistema elettrico in funzione della continuità di servizio.

37 “Impianti residenziali” – Articolo: Nuovo
Dotazioni dell’impianto nell’unità abitativa. Ne abbiamo già parlato a lungo qui, qui e qui.

IV.

Parte 4 – Prescrizioni per la sicurezza
434.3.3 “Protezione contro i cortocircuiti” – Articolo+Commento: Nuovi
Condotti sbarre e protezione contro i cortocircuiti.

444 “Influenze elettromagnetiche” – Articolo: Nuovo
Interferenze elettromagnetiche (EMI) che disturbano o danneggiano12 i sistemi per le tecnologie di comunicazione e delle informazioni (ICT), per le tecnologie di comunicazione radiotelevisive (BCT), di comando, controllo e comunicazione degli edifici (CCCB), controllo, comando e automazione dei processi (PMCA).

4A “Influenze elettromagnetiche” – Allegato: Nuovo
Misure che contribuiscono a ridurre le interferenze elettromagnetiche.

473 “Protezione contro le sovracorrenti” – Commento: Modificato
Coordinato con la Norma CEI 0-21.

481.2.3 “Distanze minime nei passaggi” – Articolo: Nuovo
Distanze minime nei passaggi per la manutenzione, ne abbiamo parlato qui e qui.

V.

Parte 5 – Scelta e installazione dei componenti elettrici
514.3.1 “Identificazione dei conduttori Ne PE” – Commento: Modificato
Per i conduttori di messa a terra per ragioni funzionali non è imposto alcun colore. Non devono essere giallo-verde.

514.3.2.3 e  514.3.2.4 Conduttore di neutro o di punto mediano – Articolo: Modificato
Identificazione dei conduttori N ed M.

514.3.7 “Identificazione dei cavi” – Articolo: Modificato
Colore delle guaine (raccomandazioni) – Omissione di identificazione.

521.2 – 521.7  “Tipi di condutture. Installazione dei cavi” – Articolo: Nuovo
Sfilabilità dei cavi – tubi e canali.

522.8.1.1 “Altre sollecitazioni meccaniche” – Commento: Modificato
Sfilabilità dei cavi in ambienti residenziali – unità abitativa.

523.5.2 “Numero di conduttori sotto carico in un circuito” – Articolo: Modificato
Tasso di terza armonica.

593.6 “Conduttori in parallelo” – Articolo: Modificato
Più conduttori in parallelo.

524.2 “Sezioni dei conduttori” – Articolo: Modificato
Sezione dei conduttori di neutro nei circuiti trifasi a quattro conduttori.

52A “Effetto delle correnti armoniche sui sistemi trifase equilibrati” – Allegato: Nuovo
Scelta della sezione del conduttore di neutro.

531.2.1.4 “Dispositivi differenziali” – Commento: Modificato
Classificazione dei dispositivi in funzione della protezione che devono offrire rispetto alle diverse forme d’onda della corrente differenziale.

534.2.3.1 “Scelta dei dispositivi SPD” – Commento: Modificato
La sezione dei conduttori di collegamento dell’SPD non deve essere inferiore a 16 mmq (al posto di 6) per gli SPD di tipo 1, quando sono chiamati a scaricare una parte rilevante della corrente di fulmine. 

54A 54C “Esempi di collegamenti di un impianto di terra” – Allegati: Nuovi
Nuovi documenti sulla realizzazione degli impianti di terra.

VI.

Parte 6 – Verifiche

62.1.1 “Verifiche” – Articolo: Modificato
Modificato in base a quanto stabilito dall’art. 134.3

62.2.1 “Frequenza delle verifiche” – Articolo: Modificato
Viene portata da quattro a cinque anni, riducibili a due anni per gli impianti reputati a maggior rischio, come per il DPR 462/01.

La sezione settima (Ambienti particolari) e le novità introdotte dalla Variante 1 verranno affrontate in seguito.

.

Ing. Luca Vitti
Verificatore di impianti elettrici (DPR 462/01), Membro del Comitato “Prevenzione Rischio Elettrico” AIAS

 

 

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.