Categorie

ENERGIA
Mercato elettrico: corrispettivi per energia reattiva

Novità per i corrispettivi per l’energia reattiva immessa sulle reti di alta e altissima tensione. Lo scorso 22 dicembre scorso, l’ARERA – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha pubblicato la Delibera 20 dicembre 2022 n. 712/2022/R/eel “Disposizioni in materia di regolazione tariffaria dell’energia reattiva sulle reti elettriche in altissima e alta tensione”.

Il provvedimento, disponibile sul sito dell’autorità all’indirizzo www.arera.it, contiene l’aggiornamento della regolazione tariffaria per l’energia reattiva prevedendo, in particolare, l’introduzione dal 1° aprile 2023 di corrispettivi per l’energia reattiva immessa in alta e in altissima tensione.

Fino al 31 marzo 2023, infatti, i corrispettivi per energia reattiva immessa da clienti finali e reti di distribuzione in altissima e in alta tensione siano pari a 0 euro/Mvarh.

I corrispettivi in vigore dal 1° gennaio 2023 pubblicati lo scorso 29 dicembre 2022 con la Delibera 27 dicembre 2022, n. 720/2022/R/eel “Aggiornamento, per l’anno 2023, delle tariffe obbligatorie per i servizi di distribuzione e misura dell’energia elettrica per i clienti non domestici e delle condizioni economiche per l’erogazione del servizio di connessione”, sono riepilogati nella Tabella 1. Come si può constatare, oltre alle modifiche dei corrispettivi per l’energia reattiva immessa nelle reti di alta e altissima tensione in vigore dal 1° aprile 2023, è presente una forte contrazione (- 70% circa) per i corrispettivi per l’energia reattiva prelevata:

Tabella 1: Corrispettivi per energia reattiva per clienti finali connessi in alta e altissima tensione e in corrispondenza di punti di interconnessione tra reti.

(Fonte: Tabella 5 – TIT, Testo Integrato delle disposizioni per l’erogazione dei servizi di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica).

Per quanto riguarda i corrispettivi per energia reattiva applicati dalle imprese distributrici nei punti di prelievo nella titolarità di clienti finali in alta e altissima tensione (articolo 25 del TIT), la delibera prevede che le soglie si applichino “a meno che il gestore della rete di trasmissione nazionale, eventualmente per il tramite dell’impresa distributrice e con approvazione dell’Autorità, anche in modalità di silenzio-assenso, abbia richiesto e concordato con l’utente, compatibilmente con le possibilità impiantistiche dell’utente, soglie differenti per il prelievo di energia reattiva oppure per l’immissione di energia reattiva, in ragione di necessità locali della rete a cui l’utente è connesso”.

 

Media e Bassa Tensione

Quella descritta per le reti di alta e altissima tensione non è l’unica novità introdotta dall’ARERA. Per le reti di media e bassa tensione, infatti, ARERA era già intervenuta il 1° giugno 2022 con la Delibera 31 maggio 2022 n. 232/2022/R/eel “Disposizioni in materia di regolazione tariffaria dell’energia reattiva sulle reti elettriche in media e in bassa tensione e relativa informazione ai clienti finali”. Il provvedimento completava la regolazione tariffaria dell’energia reattiva sulle reti elettriche di media e bassa tensione, prevedendo l’entrata in vigore di nuovi corrispettivi per energia reattiva immessa dal 1° aprile 2023. In particolare, la delibera prevedeva che ai clienti finali non domestici in media tensione e in bassa tensione con potenza disponibile superiore a 16,5 kW, “si applichino corrispettivi unitari alle immissioni di energia reattiva in fascia F3 pari ai corrispettivi unitari applicati nelle fasce F1 e F2 ai prelievi di energia reattiva da parte dei clienti finali al medesimo livello di tensione eccedenti il 75% dell’energia attiva”.

I nuovi corrispettivi (Tabella 2) per l’anno 2023 pubblicati con la Delibera 720/202/R/eel registrano un incremento (+ 60% circa in BT e + 68% circa in MT) per i corrispettivi applicati ai prelievi di energia reattiva compresi fra il 33% ed il 75% dell’energia attiva e eccedenti il 75% dell’energia attiva oltre a riportare il valore del nuovo corrispettivo per l’energia reattiva immessa dal 1° aprile 2023.

Tabella 2: Corrispettivi per prelievi di energia reattiva di clienti finali non domestici, connessi in bassa tensione con potenza disponibile superiore a 16,5 kW ed in media tensione.

(Fonte: Tabella 5 – TIT, Testo Integrato delle disposizioni per l’erogazione dei servizi di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica).

Segnalo, infine, che con il 29 dicembre scorso, l’ARERA ha aggiornato, con decorrenza 1° gennaio 2023, anche le seguenti tariffe:

La Delibera 720/202/R/eel, infine, contiene l’aggiornamento delle componenti delle tariffe obbligatorie per il servizio di distribuzione (di cui all’articolo 9 del TIT).