Categorie

QUESITO TECNICO
Studio tatuatore: locale medico?

impianti elettriciI locali ove si realizzano tatuaggi, sono assimilabili ai locali ad uso medico?

Alessandro Sciutto

impianti elettriciL’argomento è dibattuto. L’attività di “tatuatore” non è compresa nell’elenco delle attività della vecchia Legge n.1 del 1990 “Disciplina dell’attività di estetista“, equiparate “per legge” a locali medici. Neppure il più recente decreto 15 ottobre 2015, n. 206 (che elenca gli strumenti eventualmente in uso nei centri estetici) fa riferimento alle macchinette per tatuaggi.

Per scrupolo abbiamo contattato diversi produttori di kit per tatuatori, ma nessuno degli intervistati sembra seguire quanto disposto dalle Norme sugli apparecchi elettromedicali (CEI 62-5, IEC 60601 ecc.).

Il Testo coordinato del d.p.g.r. 2 ottobre 2007, n.47/R “Regolamento di attuazione della legge regionale 31 maggio 2004, n. 28 (Disciplina delle attività di estetica e di tatuaggio e piercing)” non fa riferimento all’obbligo di progetto per l’impianto elettrico ed equipara i locali dello studio del tatuatore a quello di un centro estetico per una serie di servizi, che non riguardano l’impianto elettrico.

Comments ( 1 )

  • MIRKO GAETANO BOGNANNI

    Occorrerebbe valutare se tea gli strumenti utilizzati, viene usato anche il dermografo per micropigmentazione, quest’ultimo rientra nell’elenco del DECRETO 206/2015 e non è ad uso esclusivo degli estetisti qualificati secondo la Legge 1/1990.
    Stante ciò occorre fare questa analisi del rischio.
    Spesso però gli apparecchi funzionano a batteria.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.