Categorie

QUESITO TECNICO
Fari per piscine e “cavi preaccoppiati”

impianti elettriciUn costruttore di faretti ad incasso per piscine, che vengono consegnati con una dotazione di cavo preaccoppiato al faretto IP68 di lunghezza sino a 40 m, sostiene che il faretto è da considerarsi alla stregua di un apparato a spina e quindi non si deve applicare il regolamento CPR ai succitati cavi.
Secondo voi è corretta questa interpretazione ?

Cristiano De Vecchi

impianti elettriciPer interpretazione corrente il cavo facente parte e in dotazione ad un apparecchio di illuminazione regolarmente inserito nel fascicolo tecnico dello stesso apparecchio non è sopposto a Regolamento CPR.
Il problema si pone per la lunghezza eccessiva del cavo che non può essere considerato in dotazione all’apparecchio, vedasi anche art. 702.5020.3 CEI 64-8/7 Sezione 702 nel merito delle cassette di giunzioni nelle Zone 0 e 1 delle piscine.
Gli apparecchi di illuminazione in contatto con l’acqua devono essere a posa fissa e conformi alla Norma CEI EN 60598-2.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.