Categorie

QUESITO TECNICO
Locali medici: dal nodo equipotenziale al conduttore di protezione principale

Impianti elettriciIn un corridoio di un ospedale, vi sono n. 4 locali medici di gruppo 1 distinti e separati fisicamente. Ogni locale medico ha il suo nodo equipotenziale posto dentro il locale stesso. Si chiede come i quattro nodi equipotenziali si collegano al conduttore di protezione principale.
E’ ammissibile collegarli ad un unico conduttore di protezione (privo di giunzioni) collegato al nodo collettore posto nel quadro elettrico di piano, oppure è necessario che ogni nodo del locale sia collegato con un proprio conduttore di protezione collegato al nodo collettore installato nel quadro elettrico. Si può schematizzare un circuito elettrico al fine di favorire il disposto normativo?

Santo Liistro

Nessuna indicazione sull’argomento nella sezione 710 della Norma CEI 64-8, nessun consiglio dalla Guida CEI 64-56 (nemmeno nella nuova edizione, in preparazione al CEI). E’ quindi ammissibile la soluzione prospettata. Nel caso del collegamento in derivazione da un unico conduttore principale, è opportuno almeno assicurarsi che la disconnessione del singolo conduttore non comprometta la continuità degli altri (come ad esempio per i montanti condominiali). Accorgimento indispensabile anche per consentire eventuali attività di manutenzione. Ecco il nostro parere in un’immagine:

colegamento nodo locali medici

 

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.