Categorie

QUESITO TECNICO
Interruttori differenziali di tipo B

Interruttori differenziali di tipo BLa mia società si occupa tra le altre cose di verifiche di manutenzione (Norma CEI 64-8 cap. 62). Il quesito che vorrei sottoporvi riguarda la prova dei differenziali di tipo B. Iniziano a diffondersi soprattutto per applicazioni particolari come ad esempio la protezione delle colonnine di ricarica dei veicoli elettrici.  Sempre più spesso ci capita di doverli provare. Il quesito è il seguente: è possibile provarli con un normale multifunzione adatto per i differenziali di tipo A e AC? La guida CEI 64-14 non contiene nulla a riguardo. La 64-8 nemmeno.

Carmine Cipriani

Gli interruttori differenziali di tipo B andrebbero provati con strumenti appositi (in grado ad esempio di erogare una corrente di prova continua, attualmente poco diffusi sul mercato e costosi). Non ne trova traccia sulla Guida CEI 64-14 perché nel 2007 (quando è stata pubblicata) ancora non esistevano. E’ attualmente in discussione al CEI, nel contesto della revisione della 64-14, l’opportunità di ritenere valida la prova di un interruttore differenziale di tipo B eseguita con uno strumento adatto a provare interruttori differenziali di tipo A.

Comments ( 1 )

  • I differenziali di tipo B sono sensibili anche alle correnti continue e sono obbligatori per applicazione dove ci siano componenti continue (applicazioni con inverter). Andrebbero quindi testati anche per la componente continua; cosa impossibile da fare con un dispositivo atto a testare i differenziali di classe A,

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.