Categorie

QUESITO TECNICO
Dimensionamento di una linea e relativo coordinamento

Dimensionamento di una lineaPer la linea di alimentazione di un impianto fotovoltaico da 6 kWp monofase, è stato posato un cavo multipolare da 6 mm2, FG16OR16 – 3G6. Posa singola entro tubo incassato in parete isolata. Interruttore magnetotermico da 32 A a monte e a valle del cavo. Lunghezza 10 m.  Il cavo da 6mm2 è sufficiente? Può essere soggetto a sovratemperatura?

Giulio

Dimensionamento di una lineaDalle tabelle UNEL e dai cataloghi dei produttori, il cavo indicato posato così come indicato ha la seguente portata Iz con il coefficiente di temperatura k1=1 per 30 ° C di temperatura ambiente:
– Con k2 (coefficiente di posa) = 0,8 Iz= 33,6 A
– Con k2 (coefficiente di posa) = 1 Iz= 42 A
Applicando le disequazioni Ib<In<Iz; If<1,45 Iz
(dove Ib = corrente di impiego del circuito, In= corrente nominale del dispositivo di protezione. Iz= portata del cavo in A, If= Corrente di sicuro funzionamento dell’interruttore automatico nel tempo convenzionale) potrà determinare le diverse condizioni di protezione/sovraccarico del cavo in oggetto.
Per il calcolo della sovratemperatura del cavo rinviamo alla nostra risposta al quesito in data 3 febbraio 2017.

Comments ( 1 )

  • Vincenzo

    Giulio,
    un altro fattore che condiziona la sezione di un conduttore è la caduta di tensione. In parole povere se nel punto di consegna hai 230 V allontanandoti da esso sicuramente non hai la stessa tensione ma di meno perché i conduttori hanno una loro impedenza. La CEI 64-8 impone che all’utilizzatore più lontano dalla fornitura al più ci sia una caduta di tensione del 4%. Ritornando al tuo quesito se il cavo da 6mmq ha una portata sufficiente Iz = 33,6 A nel caso di k2 (per un 6 kW: Ib=6000/230=26A considerando uno sfasamento pari ad 1), a 20 m la caduta è pari all’1,35%, quindi potrebbe essere necessario, se la lunghezza è maggiore, passare alla sezione maggiore (10 mmq). Tieni presente che la potenza è funzione anche della tensione cioè più grande è la caduta e maggiore è la potenza che perdi nei cavi.
    Va però fatta un’osservazione molto importante: la potenza di 6kW di un impianto fotovoltaico è una potenza nominale (io uso dire che è un modo di chiamare lo specifico impianto), infatti, mente in una fornitura elettrica di un distributore, diciamo di 3 kW, tu hai costantemente la possibilità di prelevare questa potenza, in un impianto FV la potenza varia durante il giorno e nei mesi. Nella giornata la potenza è mediamente una campana dove la cima si trova nell’istante di maggiore irradiazione solare. Quindi: sicuramente la corrente sarà solo per poche ore all’anno e per pochi giorni circa 26A (sicuramente di meno per le perdite del sistema), quindi, se proprio il cavo non è molto oltre i 20 m, la sezione di 6mmq è sufficiente. Come Troisi e Benigni, faccio preventivamente ammenda per eventuali errori e/o omissioni.
    Saluti

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.