Categorie

QUESITO TECNICO
Quali caratteristiche deve avere il reostato per le prove sugli IT-M?

Al fine di verificare il corretto funzionamento del dispositivo di controllo di isolamento (allarme ottico-acustico per Resistenza di isolamento del circuiti elettrici e apparecchi elettromedicali inferiore a 50Kohm) nei sistemi ITmedicale , si chiede quali caratteristiche tecniche (resistenza , potenza ecc…) deve avere il reostato di prova collegato tra il secondario del trasformatore di isolamento e il nodo equipotenziale nel locali medici di gruppo 2?

Santo

La resistenza può essere fissa (50kohm) o variabile, non è importante la sua potenza in quanto la corrente circolante è minima se ci si trova in sistema IT-M. L’importante è accertare prima del collegamento della resistenza che il sistema sia IT facendo una prova di resistenza di anello di guasto con loop tester che deve confermare impedenza elevata e impossibilità di misura.

Comments ( 2 )

  • Enrico

    Buonasera,

    chiedo se al posto di un reostato fosse possibile utilizzare un potenziometro da 50 kOhm (in commercio più facilmente reperibile).

    Grazie

  • redazione

    È ok anche una semplice resistenza

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.