Categorie

QUESITO TECNICO
Manutenzione impianti in luoghi con pericolo di esplosione

~DIn un’industria chimica il personale interno di manutenzione elettrica può effettuare le verifiche periodiche delle apparecchiature in zone ATEX? Deve avere una formazione tracciata e specializzata? In caso di manutenzione: e’ possibile la sostituzione di un cuscinetto di un motore elettrico di un motore ATEX?
Che periodicità devono avere le verifiche approfondita, dettagliata ecc…? Che tipo di documentazione  devono avere le modifiche  (inserimento di un nuovo componente, nuovi impianti) conformità, progetto, certificati,  ecc…? Un componente elettrico per zone classificate ATEX deve avere un certificato generico o proprio con il numero di serie o matricola del componente?

Giuseppe Fazio

~RSì, è possibile per il personale interno effettuare interventi di manutenzione ordinaria, purché adeguatamente formato (vedasi anche Allegato A alla Norma CEI EN 60079-14). Le procedure di lavoro possono essere determinate in riferimento ai contenuti dell’ Allegato B della medesima norma. Per le verifiche iniziali si deve fare riferimento a quanto prescritto nell’ Allegato C.
La periodicità della manutenzione è da determinarsi in rapporto alle esigenze del processo produttivo, alle condizioni di esercizio degli impianti, alla criticità e al ciclo di vita dei componenti.
Oltre alla documentazione di legge (ad es. decreto 37/08) la documentazione di corredo agli impianti è indicata nel Capitolo 4.2 della Norma CEI EN 60079-14. Ogni componente deve possedere il proprio certificato di conformità e quando indicato il proprio numero di serie/matricola.

 

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.