Categorie

QUESITO TECNICO
Cantiere: la protezione da 30 mA “scatta” sempre!

~DSono un elettricista dipendente di un’impresa edile (responsabile tecnico per la parte elettrica). La gru che abbiamo in dotazione in cantiere è alimentata da una presa protetta da un interruttore differenziale da 30 mA che scatta continuamente. I colleghi non elettrici “risolvono il problema” cavallottando l’interruttore, creando una situazione di serio pericolo. Io vorrei risolvere sostituendo l’interruttore a protezione del circuito con un altro da 300 mA (che non scatta, ho già provato), ma sulla 64-8 leggo che nei cantieri: “Le prese a spina e gli apparecchi utilizzatori mobili permanentemente connessi, entrambi aventi correnti nominali fino a ed inclusi 32 A, devono essere protetti da dispositivi differenziali aventi corrente differenziale nominale di intervento non superiore a 30 mA“. Come posso fare?

Anonimo via mail

~RUna gru non è un apparecchio utilizzatore mobile. Può sostituire la presa che la alimenta con una avente corrente nominale maggiore di 32 A, e proteggerla con interruttore da 300 mA. La sezione 704 della Norma CEI 64-8 prescrive il 30 mA per le prese fino a 32 A perchè si presuppone che queste possano alimentare apparecchi utilizzatori mobili.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.