Categorie

GSE: Chiarimenti in merito ai certificati bianchi e verdi

Con riferimento alle modalità di ritiro dei Certificati Verdi (CV) rilasciati per le produzioni dell’anno 2012, ai sensi di quanto previsto dall’articolo 25, comma 4 del D.Lgs. 28 del 3 marzo 2011, si informano gli operatori che:

· il prezzo di riferimento per il mercato dei CV per l’anno 2013, ai sensi di quanto previsto all’articolo 2, comma 148 della Legge n. 244 del 24 dicembre 2007, è pari a 103,00 €/MWh, al netto di IVA, calcolato come differenza tra il valore di 180,00 €/MWh e il valore medio annuo, registrato nel 2012, del prezzo di cessione dell’energia elettrica di cui all’articolo 13, comma 3, del D.Lgs. 387/03, pari a 77,00 €/MWh, definito dalla AEEG con la deliberazione 17/2013/R/EFR;

· il prezzo di ritiro dei CV rilasciati per le produzioni da fonti rinnovabili dell’anno 2012 è pari a 80,34 €/MWh, al netto di IVA (78 percento del suddetto prezzo di riferimento);

· il prezzo di ritiro dei CV rilasciati per le produzioni 2012 relative agli impianti di cogenerazione abbinata a teleriscaldamento (CV_TLR) è pari a 84,34 €/MWh, al netto di IVA (prezzo medio di mercato registrato nel 2010).

Le richieste di ritiro dei CV (compresi quelli rilasciati agli impianti di cogenerazione abbinata al teleriscaldamento) relativi alle produzioni dell’anno 2012, effettuate ai sensi dell’articolo 20, comma 3, del DM 6 luglio 2012, redatte su carta intestata del soggetto richiedente utilizzando lo specifico modello di richiesta, dovranno essere inviate al GSE tramite l’invio di e-mail all’indirizzo ritiroCV@gse.it (nel campo oggetto della e-mail dovranno essere indicati il numero del conto proprietà e la denominazione del soggetto richiedente, riportando la dicitura: “Richiesta di ritiro CV anno 2012”). Nel caso di conti vincolati dovrà essere allegata anche la liberatoria della Società Finanziatrice.

A seguito della ricezione della suddetta richiesta il GSE verificherà la disponibilità dei CV oggetto di ritiro sul conto del soggetto richiedente e, in caso di esito positivo, procederà al ritiro e al trasferimento degli stessi CV sul conto del GSE.

Le richieste di ritiro di CV relative alle produzioni del primo semestre 2012, possono essere inviate al GSE entro il 31 marzo 2013.

In mancanza, per l’anno 2012, dell’attributo relativo al mese di produzione dei CV, il quantitativo massimo dei CV “primo semestre 2012” oggetto di ritiro viene fissato convenzionalmente pari al 50% dei CV 2012 disponibili sul conto proprietà alla data del 31 marzo 2013 (nel caso di soggetti all’obbligo la disponibilità di CV al 31 marzo 2013 va considerata al netto di quelli necessari ai fini dell’adempimento all’obbligo).

Dopo il 31 marzo 2013 potranno essere presentate richieste di ritiro di CV relative alle produzioni del primo semestre 2012 esclusivamente da parte dei produttori qualificati interessati da operazioni di emissione/compensazione di CV effettuate dal GSE oltre la medesima data.

Si rammenta che i soggetti produttori possono procedere alla richiesta di ritiro di CV 2012 solo a seguito del completamento di tutte le operazioni di compensazione relative agli impianti nella propria titolarità che abbiano ricevuto CV a preventivo.

Le richieste di ritiro dei CV relative alle produzioni del secondo semestre 2012 (e in generale di tutti i CV 2012 ancora presenti sul conto proprietà), potranno essere inviate al GSE a partire dall’1 agosto 2013. Il quantitativo massimo dei CV oggetto di ritiro sarà determinato sulla base della disponibilità degli stessi sul conto proprietà alla data della richiesta di ritiro.

Relativamente alle modalità di fatturazione per il ritiro dei CV relativi alle produzioni dell’anno 2012, ogni operatore dovrà inviare la fattura in formato PDF tramite l’invio di e-mail all’indirizzo fattureCV@gse.it (l’aliquota IVA da applicare è quella ordinaria in vigore al momento della fatturazione).

Secondo quanto riportato nel modello di fattura, gli operatori devono obbligatoriamente specificare le seguenti informazioni:

· La tipologia del ritiro oggetto della fattura (primo o secondo semestre 2012);
· Il numero totale di CV 2012 oggetto di ritiro e il corrispondente prezzo di ritiro;
· Il numero totale di CV_TLR 2012 oggetto di ritiro e il corrispondente prezzo di ritiro.

Per le fatture corrispondenti al primo semestre 2012 pervenute entro il 31 marzo 2013, per le quali risulti pervenuta entro la medesima data idonea richiesta di ritiro, il pagamento sarà effettuato entro il 30 aprile 2013. Successivamente, per le fatture pervenute entro il generico mese “m” (fino al 31 agosto 2013) il pagamento sarà effettuato entro la fine del mese “m+1”; dopo il 31 agosto 2013 potranno essere fatturati soltanto i CV relativi ad entrambi i semestri 2012.

Relativamente al secondo semestre 2012, il pagamento delle fatture, pervenute al GSE entro il 30 settembre 2013, per le quali risulti pervenuta entro la medesima data idonea richiesta di ritiro, sarà effettuato entro il 31 ottobre 2013. Successivamente, le fatture corrispondenti a idonee richieste di ritiro, pervenute entro il generico mese “m”, verranno pagate entro la fine del mese “m+1”.

Per maggiori informazioni sulle modalità e le tempistiche per effettuare le richieste di ritiro CV è possibile consultare la “Procedura applicativa per l’emissione, la gestione e il ritiro dei CV” disponibile sul sito internet del GSE nella sezione Certificati Verdi.

Si comunica, infine, ai produttori titolari di impianti qualificati IAFR con impianti ibridi o alimentati a rifiuti, per i quali è prevista soltanto l’emissione dei CV su base annuale, che il prezzo di riferimento per l’anno 2013, da utilizzare per la definizione dell’importo della fideiussione a garanzia di eventuali emissioni a preventivo, è pari a 77,10 €/MWh (prezzo medio delle contrattazioni dei CV nell’anno 2012).

in merito ai certificati bianchi inoltre, il GSE comunica che, in seguito al ricevimento di lettere incomplete o non conformi al modello inviato dal Sistema Efficienza Energetica successivamente alla trasmissione telematica della proposta/richiesta, le PPPM e RVC oggetto delle suddette non saranno sottoposte ad istruttoria tecnica.

Si invitano pertanto gli operatori a verificare, prima dell’invio della lettera di conferma agli Uffici Protocollo GSE, la completezza e correttezza dei dati inseriti e a non modificare il formato del template disponibile anche sul sito del GSE, nell’apposita sezione dedicata ai Certificati Bianchi.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.