Categorie

Pavia: apre il Museo della Tecnica Elettrica

L’inaugurazione è giovedì 1 marzo 2007 alle 15,30, presso la sede di via Ferrata 1.
Il Museo della Tecnica Elettrica è realizzato nell’ambito di un Accordo di Programma con la Regione Lombardia, il Comune di Pavia, la Provincia di Pavia e con la collaborazione di importanti aziende, in particolare Enel e Sirti.
Presente anche Roberto Formigoni. Il Museo della Tecnica Elettrica sorge nel nuovo campus dell’Università di Pavia e presenta un ricco patrimonio ordinato da un Comitato di esperti, provenienti da Francia, Regno Unito, Germania, Ungheria e Italia, basato essenzialmente su tre collezioni: la collezione universitaria, la collezione già nel Museo ENEL dell’Energia Elettrica e la collezione già nel Museo SIRTI delle Telecomunicazioni.

Il materiale è esposto in due grandi sale a piano terreno per una superficie espositiva di oltre tremila metri quadrati: la prima sala, per tutti, con un ordinamento cronologico, mentre la seconda sala, per specialisti, con un ordinamento prevalentemente tematico.
Il Museo è dotato di una Biblioteca il cui fondo principale proviene da una donazione dell’Associazione Elettrotecnica Italiana. Nel nuovo museo inoltre è ospitato il Centro Interdipartimentale di Ricerca per la Storia della Tecnica Elettrica dell’Università di Pavia.
Il tema svolto nel Museo è quello dell’elettricità nelle sue varie applicazioni energia e comunicazioni come si sono sviluppate negli ultimi due secoli.
La prima sala è ordinata in senso cronologico. Il viaggio nell’universo elettrico parte da una prima sezione intitolata “Le origini”e riguarda il periodo dall’antichità fino a circa il 1880. Le esperienze dei padri fondatori della scienza elettrica, tra i quali primeggia Alessandro Volta, sono riprodotte attraverso dimostrazioni, mentre sono illustrate le prime applicazioni pratiche dell’elettricità illuminazione, telegrafia, elettrochimica, elettroterapia, elettromeccanica come sono andate sviluppandosi nell’Ottocento. La seconda Sezione “L’elettricità si afferma” documenta come queste applicazioni si siano affermate verso la fine di quel secolo.
Con gli inizi del Novecento l’elettricità si diffonde; essa serve, ad esempio, per azionare i tram o trasmettere messaggi con o senza fili. “Elettricità per tutti “ è il titolo di questa terza Sezione. L‘obiettivo perseguito per tutto il Novecento è stato quello di portare l’elettricità ovunque, supportando la crescente richiesta di energia elettrica e l’incremento delle comunicazioni elettriche. Questo tema è sviluppato nella quarta Sezione dal titolo “Elettricità ovunque”.
All’inizio del terzo millennio l’universo delle applicazioni elettriche appare ancora in grande espansione. Che cosa ci riserva il futuro? La quinta Sezione “Da oggi al futuro” tenta di dare qualche anticipazione. La seconda sala, che è in preparazione, presenterà il materiale ordinato per temi e per provenienza.In essa si ritroverà il nucleo delle tre collezioni sulle quali il Museo si fonda. Nella sala trovano posto anche le altre collezioni che sono via via pervenute.
Programma della cerimonia di inaugurazione del 1 marzo,
ore 15,30: Saluto delle Autorità Angiolino Stella, Rettore dell’Università degli Studi di Pavia
Roberto Formigoni, Presidente della Regione Lombardia
Piera Capitelli, Sindaco di Pavia
Vittorio Poma, Presidente della Provincia di Pavia

Intervengono

Maria Grazia Diani, Direzione Culture, Identità e Autonomie della Lombardia
Gianni Maria Chiarva, Presidente Sirti
Gennaro De Michele, Responsabile della Ricerca Enel
Antonio Savini, Direttore del Museo

Coordina

Fabio Bevilacqua, Presidente del Sistema Museale di Ateneo Benedizione di S. E.
Mons. Giovanni Giudici, Vescovo di Pavia

Seguiranno la visita guidata al Museo e il brindisi augurale

Informazioni:

Museo della Tecnica Elettrica
Via Ferrata 1, 27100 Pavia
www.unipv.it/museotecnica

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.