Categorie

QUESITO TECNICO
Comando di emergenza: “a lancio” o “di minima”?

illuminazione stadioNormalmente in base alla tipologia degli ambienti per lo sgancio elettrico si utilizza una bobina lancio di corrente o una una bobina di minima , nessuno vieta di utilizzare un contatore comandato da pulsante di sgancio. Il costruttore indica che il contatore non è un organo di sezionamento quindi non lo garantisce tale. Riepilogando a norma per quanto riguarda la tipologia tecnica, da indicazione del costruttore non conforme all’uso , in definitiva a tuo rischio e pericolo. Domanda è meglio rimanere sulla bobina a lancio e/o di minima ?

Paolo Pantazis

Per il comando ed arresto di emergenza si veda l’art. 464 della Norma CEI 64-8/4. Il comando di emergenza deve soddisfare anche le condizioni di cui al Capitolo 537 “Dispositivi di sezionamento e di comando” CEI 64-8/5.
Per sue caratteristiche tecniche e costruttive il contattore non garantisce il sezionamento sia come dispositivo di comando di emergenza sia come dispositivo di interruzione per la manutenzione non elettrica. Nel Capito 537 sono indicate le norme di riferimento relative ai dispositivi di sezionamento e comando e le prescrizioni normative applicabili.
Per la scelta tra un comando “a lancio di corrente” e uno “ a minima tensione” la valutazione spetta al progettista dopo un’ attenta valutazione del rischio. Il Commento all’art. 537.4.3 considera il comando “a lancio di corrente” a sicurezza equivalente ai dispositivi indicati nell’art. 537.4.3 purché sia presente una segnalazione che indichi in permanenza la funzionalità del circuito di comando.
A nostro parere, salvo altre determinazioni di una specifica valutazione del rischio o altre necessità tecnico-funzionali, il comando “a lancio di corrente” è consigliabile per impianti presidiati.