Categorie

QUESITO TECNICO
Dichiarazione di conformità e di rispondenza

impianti elettriciIl Professionista a cui ho affidato la Direzione dei lavori di manutenzione straordinaria dell’unità abitativa che utilizzo per le vacanze estive, per presentare la richiesta di agibilità, mi chiede la dichiarazione di conformità per la parte di impianti di nuova realizzazione e la dichiarazione di rispondenza per la parte di impianto elettrico non interessata dai lavori. Visto che la DIRI non è possibile produrla dato che l’impianto e stato realizzato prima del 1990 e da allora non sono state effettuate modifiche, chiedo se gli artt. 6 ed 11 del dpr 392/94 sono a tutt’oggi applicabili per poter autocertificare la conformità della parte di impianto non interessata dai lavori.
Premetto che in origine l’impianto era già dotato:
– di sezionamento e protezione contro le sovracorrenti posti all’origine dell’impianto
– di protezione contro contatti diretti ed indiretti
– di interruttore differenziale avente corrente differenziale nominale non superiore a 30mA.

Per. Ind. Pietro Lovecchio

impianti elettriciLa dichiarazione di rispondenza non può essere richiesta per impianti antecedenti l’entrata in vigore della Legge 46/90, in quanto documento sostitutivo della dichiarazione di conformità. Per questo motivo non può essere pretesa dal comune per il rilascio dell’agibilità, o dal direttore dei lavori.