Categorie

QUESITO TECNICO
Autorimessa: prescrizioni…

impianti elettriciDurante un sopralluogo condotto su un’autorimessa interrata con circa 20 posti auto, ho riscontrato la presenza e il transito della linea di fornitura dell’intero complesso condominiale (parti comuni e singole unità abitative).
Il percorso della linea di fornitura è così diviso: tratto iniziale interrato nell’area a verde esterna, tratto intermedio in transito a vista all’interno dell’autorimessa (protetto meccanicamente da un corrugato in PVC, classico colore nero) e tratto finale incassato nella parete del corpo scale dove si trova il locale contatori (parti comuni e parti private).
Ora, è necessario adeguare l’intera autorimessa alle prescrizioni dei VV.F., di conseguenza anche l’impiantistica elettrica, dove verrà prevista la messa fuori tensione di tutte le linee presenti o in transito nell’autorimessa ma, mi sembra evidente, che sia necessario trovare una soluzione anche per il punto di consegna della fornitura da parte dell’azienda elettrica territorialmente competente.
In questo caso l’azienda ha degli obblighi verso il cliente finale di sanare la situazione a proprie spese?
Per “agevolare” l’intervento è ammesso “compartimentare” il tracciato a vista all’interno dell’autorimessa mediante opere edili?
In attesa di Vs. gradito riscontro porgo cordiali saluti
La richiesta è attuale e se fosse possibile ricevere una risposta in tempi celeri mi sarebbe d’aiuto
(l’azienda elettrica al momento non mi è parsa molto collaborativa).

Anonimo

impianti elettriciAll’installazione indicata si applicano, in quanto attività soggetta al Controllo dei Vigili del Fuoco ai sensi del DPR 151/2011 (Attività n° 75):
-il DM 1 febbraio 1986 Norme di sicurezza antincendi per la costruzione e l’esercizio di autorimesse e simili
-la Norma CEI 64-8/7 Sezione 751.
Nulla osta realizzare la compartimentazione delle condutture elettriche presenti o transitanti nel comparto autorimesse a mezzo di manufatti aventi adeguato grado REI secondo le prescrizioni del progettista antincendio.
La compartimentazione della conduttura di proprietà dell’ente distributore dovrà essere preventivamente concordata con i servizi tecnici dello stesso.
Le opere edili eseguite dovranno essere certificate e compilati, secondo le indicazioni del tecnico abilitato di prevenzione incendi, i modelli VV.F. :
– CERT REI: CERTIFICAZIONE DI RESISTENZA AL FUOCO DI PRODOTTI/ELEMENTI COSTRUTTIVI IN OPERA (CON ESCLUSIONE DELLE PORTE E DEGLI ELEMENTI DI CHIUSURA)
– DICH PROD: DICHIARAZIONE INERENTE I PRODOTTI IMPIEGATI AI FINI DELLA REAZIONE E DELLA RESISTENZA AL FUOCO E I DISPOSITIVI DI APERTURA DELLE PORTE