Categorie

QUESITO TECNICO
Voglio il fotovoltaico: devo adeguare l’impianto?

illuminazione stadioHo un impianto elettrico precedente al 1990, vorrei installare il fotovoltaico, ma non ho intenzione di buttare giù i muri.
È una casa singola di montagna, L’impianto è inserito in un’unica canalina ma non con telefono e televisione che sono separati. Non so cosa si intende per “sezionamento e protezione contro i contatti diretti indiretti o con interruttore differenziale con corrente differenziale nominale non superiore a 30 mA” come nel decreto 37/08.
Quindi non so se devo fare adeguamenti o basta il convertitore. Il consumo massimo e sui 100-130 kWh/mese solo nei mesi estivi, negli invernali è pressoché nullo.

Anonimo

Si premette che, trattandosi di impianto rientrante nel campo di applicazione del decreto 37/08, ogni modifica o ampliamento deve essere realizzato da azienda abilitata, indipendentemente dalla dimensione.  Per “sezionamento e protezione contro i contatti diretti indiretti o con interruttore differenziale con corrente differenziale nominale non superiore a 30 mA”, si intende che, secondo il decreto 37/08, basta la presenza di interruttore differenziale da 30 mA per considerare un impianto ante 1990 adeguato (senza impianto di terra). In caso di modifiche o ampliamenti, se l’impianto non è provvisto di impianto di terra, dovrà procedere adeguando l’impianto.