Categorie

Progettazione e sicurezza elettrica degli impianti MT e BT per i locali medici
20 Maggio 2021 ore 17:00

Progettazione e sicurezza elettrica degli impianti MT e BT per i locali medici
Webinar – 20 maggio 2021 ore 17:00

Relatori:
Prof. Ing. Giuseppe Cafaro
Ing. Danilo Martinucci

ISCRIZIONE LOCANDINA

La recente, e persistente, pandemia ha posto al centro dell’attenzione della società le strutture sanitarie che hanno mostrato tutta la loro fragilità rispetto ad un evento imprevisto, ma prevedibile.
La scarsa preparazione non è stata solo organizzativa ma ha anche mostrato l’inadeguatezza strutturale ed impiantistica, qualunque fosse la loro dimensione o il ruolo, dalla diagnostica all’applicazione delle procedure terapeutiche.
Nell’emergenza si è provveduto con interventi straordinari sia nella preparazione di reparti speciali sia nell’approvvigionamento degli opportuni strumenti di supporto alla diagnosi e cura del COVID 19, talvolta con sprechi dovuti anche all’impreparazione professionale e tecnica.
Tutto ciò si è riverberato anche sugli impianti elettrici utilizzatori, nel senso che improvvisamente professionisti e imprese sono stati chiamati ad intervenire, ognuno per le proprie competenze, in tempi brevissimi sia per la costruzione che per la riqualificazione delle strutture sanitarie. Se la società si dimostrerà saggia il trend di interventi, anche tecnici, nel settore sanitario continueranno su vasta scala perché è illusorio pensare che fenomeni pandemici di questo genere non si ripresenteranno.
Abbiamo bisogno, pertanto, di informare e formare i protagonisti della filiera elettrica sulle problematiche, progettuali e realizzative, di un impianto elettrico per le strutture sanitarie che sia all’altezza di moderne prestazioni per attività che, innanzitutto, devono essere resilienti.
L’incontro proposto da NT24 e da BENDER si propone, sulla scia di quanto detto, di mettere in evidenza non solo le disposizioni normative emanate dal CEI sui locali medici, ma anche le problematiche ingegneristiche più generali che richiedono scelte progettuali adeguate.
Il Prof. Cafaro nel suo intervento tratterà le caratteristiche dell’impianto elettrico utilizzatore sia dal punto di vista della sicurezza elettrica, certamente particolare nei locali ad uso medico, sia dal punto di vista di alcune caratteristiche generali dell’impianto elettrico con riferimento alla resilienza (alimentazione di sicurezza, selettività delle protezioni, affidabilità, compatibilità elettromagnetica, caratteristiche dei carichi elettrici, ecc.).
L’ing. Martinucci esporrà le problematiche connesse con il progetto ed esecuzione degli impianti elettrici nei locali medici classificati di gruppo 2. Questi rappresentano i locali in cui si svolgono le attività più importanti in quanto i degenti sono esposti al microshock e dove la mancanza di alimentazione elettrica mette a repentaglio la loro stessa vita. Parliamo tra le altre di sale operatorie e di terapie intensive. La tipologia di impianto che si realizza in tali ambienti è unica e non richiesta, quindi, per nessun altra tipologia di attività. Insomma è una di quelle situazioni in cui non è possibile un trasferimento di competenze: bisogna sapere cosa fare, come fare e le soluzioni tecnologiche più avanzate disponibili sul mercato.
L’incontro si ritiene di interesse per tutte le figure della filiera elettrica, qualunque sia il ruolo o la dimensione operativa, in quanto gli argomenti trattati trovano applicazione sia nelle grandi strutture sanitarie che nelle molteplici attività che la norma CEI 64-8 include tra i locali medici o ad essi assimilati quali centri odontoiatrici, centri estetistici, centri veterinari e per il ruolo che probabilmente assumeranno anche le Farmacie e le sedi dei medici di base.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.