Categorie

QUESITO TECNICO
Direttiva macchine: dubbi sugli equipaggiamenti elettrici…

impianti elettriciUn nostro cliente sta effettuando la conformità tecnica di una linea produttiva ai sensi della Direttiva Macchine.
Per questo ha incaricato un professionista (A), per la parte di analisi del rischio e delle sicurezze e lo scrivente (B) per l’analisi e verifica dell’equipaggiamento elettrico.
Dall’analisi del professionista “B” si è resa evidenza che l’equipaggiamento elettrico della linea produttiva soddisfa i vari requisiti normativi della norma CEI EN 60204-1, compreso il quadro elettrico di bordo macchina.
Tale quadro però, pur riuscendo appunto a dimostrare la conformità ai requisiti di sicurezza, non presenta la certificazione CE.
Il professionista “A” richiede comunque tale certificazione, chiedendo al cliente di incaricarsi e procedere in tal senso.
Si premette che per il quadro di bordo macchina in oggetto è disponibile sia lo schema elettrico costruttivo aggiornato alla reale situazione d’impianto, sia tutta la documentazione che ne attesta la rispondenza normativa e la realizzazione alla regola d’arte.
In considerazione di quanto esposto si richiede:
1) La richiesta di “A” è necessaria, oppure è più che sufficiente la documentazione già predisposta descritta in precedenza?
2) Ai sensi della Direttiva Macchine il quadro elettrico è da considerare come un componente dell’equipaggiamento elettrico della macchina e non sussiste l’obbligo della singola marcatura CE che invece riguarda la macchina nel suo complesso. È corretto?
3) Se il quadro elettrico è stato realizzato da una ditta non installatrice, ma direttamente da personale tecnico qualificato alle dipendenze del cliente stesso, non è immesso sul mercato, ma è destinato a proprio uso interno, sussiste l’obbligo di certificazione CE del quadro?
4) È legittimo che un soggetto terzo che non sia il costruttore del quadro e non abbia effettuato delle modifiche sostanziali al quadro stesso, possa comunque procedere alla certificazione CE?

Massimiliano Rota

impianti elettrici1) Il quadro deve presentare la marcatura CE apposta dal costruttore dello stesso in applicazione delle Direttive europee (Bassa tensione, Compatibilità elettromagnetica, ATEX).

2) Qualora il quadro elettrico di macchina non presenti la marcatura CE da parte del produttore dello stesso ed è installato sulla macchina la marcatura CE della stessa “copre” anche il quadro con la relativa responsabilità del produttore della macchina sullo stesso quadro

3) Il quadro può essere realizzato da qualsiasi soggetto in grado di realizzarlo non è necessario possedere i requisiti tecnico professionali di impresa installatrice. Sussiste in ogni caso l’obbligo della marcatura CE salvo incorporazione del prodotto nella macchina e in questo caso si ricade nella risposta 2

4) No

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.