Categorie

QUESITO TECNICO
Progetti esecutivi, costruttivi ed As-Built…

impianti elettriciChe livello di dettaglio dovrebbero avere i progetti esecutivi e costruttivi? È obbligatorio rispettare quanto richiesto dalla CEI 0-2 oppure, essendo una guida, quanto prescritto dalla è da intendersi solo come semplice indicazione?
Inoltre è obbligatorio presentare i disegni As-built a corredo della Dichiarazione di conformità alla fine dei lavori? Quest’ultimi che livello di dettaglio devono avere?

Giuseppe

impianti elettriciIl livello di dettaglio della documentazione progettuale è un dato qualitativo della stessa e dipende dal progettista. La consistenza obbligatoria della documentazione di progetto è invece indicata dalla Guida CEI 0-2.
La guida CEI 0-2 in quanto citata espressamente nell’art. 5 comma 3 del DM 37/08: “3. I progetti degli impianti sono elaborati secondo la regola dell’arte. I progetti elaborati in conformità’ alla vigente normativa e alle indicazioni delle guide e alle norme dell’UNI, del CEI o di altri Enti di normalizzazione appartenenti agli Stati membri dell’Unione europea o che sono parti contraenti dell’accordo sullo spazio economico europeo, si considerano redatti secondo la regola dell’arte.” è norma di riferimento obbligatorio quale “regola dell’arte” per la redazione della documentazione di progetto, declinata secondo le diverse tipologie indicate nella guida stessa.
A corredo della dichiarazione di conformità, in rapporto agli obblighi di progetto, deve essere allegato obbligatoriamente lo “schema dell’impianto” realizzato ovvero come da punto 6 della legenda al modello di cui all’Allegato I del DM 37/08 viene inteso: “Per schema dell’impianto realizzato si intende la descrizione dell’opera come eseguita (si fa semplice rinvio al progetto quando questo è stato redatto da un professionista abilitato e non sono state apportate varianti in corso d’opera). Nel caso di trasformazione, ampliamento e manutenzione straordinaria, l’intervento deve essere inquadrato, se possibile, nello schema dell’impianto preesistente. Lo schema citerà la pratica prevenzione incendi (ove richiesto).”
Pertanto, se l’impianto rientra negli obblighi di progetto di cui al comma 2 dell’art. 5 da parte di professionista abilitato, si dovrà allegare il progetto esecutivo integrato dalle varianti in corso d’opera e dal “come costruito”; mentre se l’impianto è progettato dal responsabile tecnico dell’impresa installatrice (DM 37/08 art. 5 comma 1) la documentazione di progetto da allegare è quella specificata nell’art. 7 comma 2 del DM 37/08: “Nei casi in cui il progetto è redatto dal responsabile tecnico dell’impresa installatrice l’elaborato tecnico è costituito almeno dallo schema dell’impianto da realizzare, inteso come descrizione funzionale ed effettiva dell’opera da eseguire eventualmente integrato con la necessaria documentazione tecnica attestante le varianti introdotte in corso d’opera” integrata dalla necessaria documentazione di cui alla Guida CEI 0-2

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.