Categorie

QUESITO TECNICO
Rivelatore a soffitto e controsoffitto

~DMi trovo nella situazione in cui e stato installato all’interno di una stanza un rivelatore a soffitto e uno sul controsoffitto, dove è stato installato il ripetitore sul controsoffitto per il rivelatore sul soffitto e un ripetitore fuori porta per il rivelatore su controsoffitto vorrei sapere se sono obbligato a montare fuori porta anche quello del soffitto avendo gia un ripetitore sul controsoffitto all’interno della stanza.

Carlo

~RNo, è sufficiente installare la segnalazione per il rivelatore installato nel controsoffitto. Si veda anche da UNI 9795 Edizione Ottobre 2013:

Art. 5.2.6 I rivelatori installati in spazi nascosti (sotto i pavimenti sopraelevati, sopra i controsoffitti, nei cunicoli e nelle canalette per cavi elettrici, nelle condotte di condizionamento dell’aria, di aerazione e di ventilazione, ecc.) devono appartenere a zone distinte.
Deve inoltre essere possibile individuare in modo semplice e senza incertezze dove i rivelatori sono intervenuti. Si deve prevedere localmente una segnalazione luminosa visibile.

Art. 5.4.4.6 Ad integrazione di quanto specificato nel punto 5.2.6, se i rivelatori non sono direttamente visibili (per esempio: rivelatori sopra il controsoffitto, nei canali di condizionamento, all’ interno dei macchinari, ecc.), si deve prevedere una segnalazione luminosa in posizione visibile in modo che possa immediatamente essere individuato il punto da cui proviene l’ eventuale allarme.

Art. 5.4.4.6 I rivelatori posti all’ interno di spazi nascosti, utilizzati come vani di convogliamento dell’’aria (plenum) degli impianti di condizionamento e di ventilazione, non possono sostituire quelli a soffitto all’ interno del locale sorvegliato.

Comments ( 1 )

  • La necessità di installare il ripetitore luminoso fuori dal locale dipende dal criterio scelto per la suddivisione in zone dell’area sorvegliata dai rivelatori.

    La norma UNI 9795:2013 all’articolo 5.2.5 indica i criteri per suddividere in zone l’area sorvegliata dai rivelatori e riporta quanto di seguito indicato:
    Più locali non possono appartenere alla stessa zona, salvo quando siano contigui e se:
    – il loro numero non è maggiore di 10, la loro superficie complessiva non è maggiore di 600 mq e gli accessi danno sul medesimo disimpegno;

    oppure

    – il loro numero non è maggiore di 20, la loro superficie complessiva non è maggiore di 1.000 mq e in prossimità degli accessi sono installati segnalatori ottici di allarme chiaramente visibili, che consentono l’immediata individuazione del locale dal quale proviene l’allarme

    Se la suddivisione in zone è stata fatta scegliendo di fare zone con un numero di locali compreso tra 11 e 20, il ripetitore fuori dal locale è necessario. Se i locali di ogni zona sono fino a 10, il ripetitore fuori porta non serve.

    Alessio Piamonti

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.