Categorie

QUESITO TECNICO
Nodo equipotenziale locale medico: va bene così?

~DIn un quadretto prese di zona all’interno di un locale di gruppo 1 vengono poste tutte le terre su una morsettiera formata da morsetti per barra din.
Questi ultimi sono interconnessi tra di loro con delle giunzioni apposite che si trovano in commercio, realizzate per rendere equipotenziale tutta la morsettiera (si veda la foto allegata a fondo pagina*).

Dobbiamo considerarla come un sub nodo o a causa delle interconnessioni diventano più e più sub nodi?

Stefano Fasolato via form

~RLa soluzione in foto risulta idonea “come nodo”. Le masse e le masse estranee del locale unitamente al PE dell’impianto vengono rese equipotenziali coerentemente con le richieste della sezione 710 della Norma CEI 64-8.

710.413.1.2.2.1 Nodo equipotenziale
In ciascun locale medico di gruppo 1 e di gruppo 2, deve essere installato un nodo equipotenziale al quale siano collegate le seguenti parti:
se situate o se possono entrare nella zona paziente;
– masse (conduttori di protezione);
– masse estranee (conduttori equipotenziali);

inoltre:
– se installate, schermature metalliche contro le interferenze elettromagnetiche;
– eventuali griglie conduttrici nel pavimento.
NOTA 1 Questa ultima connessione può essere evitata nel caso in cui, a causa della stessa, si formi una spira verso terra. Inoltre deve essere collegato al nodo equipotenziale l’eventuale schermo metallico del trasformatore di isolamento.
La sezione nominale dei conduttori equipotenziali non deve essere inferiore a 6 mm2 in rame.
NOTA 2 Si raccomanda di collegare i tavoli operatori, a posa fissa e non elettrici, al conduttore equipotenziale, a meno che essi non siano destinati ad essere isolati da terra.

e

710.413.1.2.2.4 Posizionamento del nodo equipotenziale
Il nodo equipotenziale deve essere posto entro o vicino al locale medico e deve essere collegato
al conduttore principale di protezione, con un conduttore di sezione almeno equivalente a quella
del conduttore di sezione più elevata collegato al nodo stesso. Le connessioni devono essere
disposte in modo che esse siano chiaramente identificabili ed accessibili e in grado di essere
scollegate individualmente.

 

*

nodo equipotenziale

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.