Categorie

Il GSE pubblica il bilancio (non solo economico) 2012

Il GSE, Gestore dei Servizi Energetici, pubblica il Bilancio consolidato e d’esercizio per l’anno 2012. Il documento, disponibile anche nella sezione web Pubblicazioni>Bilanci GSE è stato approvato dall’Assemblea degli Azionisti nella seduta del 26 giugno 2013.
La Società ha confermato il proprio ruolo di operatore primario nel panorama energetico italiano. La forte crescita del volume delle attività del Gestore dei Servizi Energetici registrata negli ultimi anni, con particolare riferimento al periodo 2010-2011, si è consolidata nel corso del 2012.
Le società del Gruppo GSE hanno confermato, anche nel 2012, la capacità di presentarsi quali interlocutori di riferimento nel settore energetico, gestendo e sviluppando nuove attività in virtù delle competenze e dell’efficacia dimostrate nel corso degli ultimi anni. Nel 2012, infatti, il completamento del mosaico normativo tratteggiato in parte dal D.Lgs. 28/11 ha ampliato le competenze del Gruppo assegnando al GSE compiti rilevanti nel campo della promozione delle fonti rinnovabili termiche (D.M. 28 dicembre 2012, cosiddetto “Conto Termico”), dell’efficienza energetica (D.M. 28 dicembre 2012, “Titoli di Efficienza Energetica”) e dei biocarburanti (Decreto Legge 83 del 2012). Nel contempo nel corso dell’anno si sono progressivamente consolidate altre attività, quali lo Stoccaggio Virtuale del gas e la gestione delle aste per la CO2 nell’ambito della direttiva europea sull’Emission Trading. Infine, anche e soprattutto alla luce dei nuovi decreti ministeriali, che hanno modificato sensibilmente i meccanismi di incentivazione del fotovoltaico (D.M. 5 luglio 2012, cosiddetto “Quinto Conto Energia”) e delle altre fonti rinnovabili elettriche (D.M. 6 luglio 2012), la società ha confermato il proprio ruolo di operatore primario nel panorama energetico italiano.
La forte crescita del volume delle attività del Gestore dei Servizi Energetici – GSE S.p.A. registrata negli ultimi anni, con particolare riferimento al periodo 2010-2011, si è consolidata nel corso del 2012. A titolo esemplificativo, il numero degli impianti fotovoltaici gestiti è passato da circa 326 mila del 2011 a oltre 476 mila del 2012. Si è passati dalle circa 37 mila convenzioni del 2011 gestite per il Ritiro Dedicato alle oltre 57 mila del 2012. Inoltre, il regime dello Scambio sul Posto ha comportato la gestione di oltre 370 mila rapporti commerciali con altrettanti operatori.

0000

Il numero dei clienti del mercato tutelato gestito da Acquirente Unico S.p.A., a fine 2012, è di circa 27,3 milioni, di cui 22,8 milioni di utenze domestiche e 4,5 milioni di altri clienti. Nel corso del 2012 le utenze presenti nel mercato tutelato, principalmente per effetto dei passaggi al mercato libero, si sono ridotte di circa 1,2 milioni. Il 2012, inoltre, è stato l’anno di consolidamento dello Sportello per il Consumatore, che si è confermato punto di riferimento per i consumatori di energia elettrica e gas, e strumento in grado di offrire
un valido supporto nella soluzione semplice e rapida delle controversie con gli esercenti.
Il D.Lgs. 249/12, infine, ha attribuito alla società, a partire dal 2013, la funzione di Organismo Centrale di Stoccaggio Italiano (“OCSIT”), un nuovo organismo di stoccaggio delle scorte petrolifere di sicurezza del nostro Paese.

Nel 2012 il Gestore dei Mercati Energetici S.p.A. ha proseguito le attività volte a garantire l’organizzazione e la gestione del mercato elettrico nel rispetto dei criteri di neutralità, trasparenza, obiettività e concorrenza tra gli operatori. In considerazione della particolare crisi finanziaria in cui versa il Paese e delle ripercussioni che tale congiuntura sta provocando sui sistemi bancari europei, nel corso dell’esercizio sono state apportate modifiche urgenti al Testo Integrato della disciplina del mercato elettrico e al regolamento del mercato del gas che hanno determinato, a decorrere dal 26 gennaio 2012, l’abbassamento dei requisiti minimi di rating richiesti alle banche fideiubenti per le garanzie fideiussorie prestate dagli operatori per la partecipazione ai mercati.
Per quanto riguarda, infine, Ricerca sul Sistema Energetico – RSE S.p.A., le attività svolte nell’anno hanno riguardato, coerentemente con la missione aziendale, la Ricerca di Sistema e la ricerca finanziata in ambito sia europeo sia nazionale. Il 2012 è stato caratterizzato dall’avvio del nuovo piano triennale di ricerca sul sistema elettrico approvato dal MiSE con il Decreto 9 novembre 2012. La società, pur nell’incertezza circa la definizione di nuovi temi di ricerca, ha perseguito i propri obiettivi primari nell’ambito della ricerca avanzata nel settore elettro-energetico e ambientale, approfondendo e sviluppando le attività progettuali avviate negli esercizi precedenti.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>