Categorie

AEEG: Meno di due mesi per
adeguare gli impianti di produzione

L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG), attraverso la Delibera 84/2012/R/EEL entrata in vigore l’8 marzo 2012, ha disposto nuove prescrizioni tecniche per gli impianti di produzione connessi alle reti MT e BT nell’ottica di evitare situazioni di criticità sulla rete elettrica, a fronte della crescita massiccia della produzione da generazione distribuita non programmabile (soprattutto fotovoltaico ed eolico) verificatasi in questi ultimi anni.

La delibera approva i nuovi allegati al Codice di rete Terna e in particolare l’Allegato A70 che introduce le prescrizioni per gli impianti di produzione connessi alle reti di media e di bassa tensione.

Gli impianti di produzione con potenza superiore a 50 kW che risultano già connessi alla rete MT ed in esercizio alla data del 31 marzo 2012 devono essere sottoposti ad adeguamento entro il termine ultimo del 31 marzo 2013, in modo da diventare conformi ai paragrafi 5 e 8 dell’Allegato A70 al Codice di rete di Terna.

In caso di mancato adeguamento, il GSE sospenderà l’erogazione delle tariffe incentivanti dal 1 aprile 2013 fino alla data di adempimento dell’obbligo.

L’allegato A70 (revisione 2) definisce, al paragrafo 5, i campi di funzionamento entro i quali gli impianti di produzione devono rimanere in parallelo anche in condizione di emergenza e ripristino della rete (nuovi campi allargati di tensione e frequenza)

Al paragrafo 8 viene introdotta per il sistema di protezione di interfaccia (SPI) la logica con relè di frequenza a sblocco voltmetrico.

Dal 1 aprile 2012 ad oggi meno della metà dei circa 20mila impianti soggetti alla disciplina regolatoria dell’AEEG sono stati adeguati ai requisiti previsti dalla delibera 84/12.

Considerata la non prorogabilità della data del 31 marzo 2013, Federazione ANIE invita i produttori che non hanno ancora adeguato i propri impianti a contattare al più presto le società costruttrici di apparecchiature elettriche, al fine eseguire il retrofit degli impianti nei tempi stabiliti dall’AEEG ed evitare il rischio di incorrere nel provvedimento di sospensione delle tariffe incentivanti.

Si evidenzia che l’Autorità per l’energia elettrica e il gas, con la deliberazione 84/2012/R/eel, ha previsto che valuterà eventuali ulteriori interventi da assumere nei confronti dei produttori che, pur avendone l’obbligo, non hanno completato gli adeguamenti sopra richiamati entro il 31 marzo 2013.

Per la disponibilità delle apparecchiature:
Sezione del sito ANIE con l’elenco dei costruttori conformi alla Norma CEI 0-16;

Allegati:
Norma CEI 0-16; Norma CEI 0-21.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.