Categorie

QUESITO TECNICO
Letti motorizzati e parti applicate al paziente…

piccole modificheChiedo se anche le stanze di una RSA, con letti motorizzati, devono essere dotate di nodo equipotenziale oppure no.

Ing. Marco Orfei

Premesso che la classificazione dei locali medici ai sensi della Sezione 710 della Norma CEI 64-8/7 è di competenza del responsabile sanitario della struttura in collaborazione con il progettista degli impianti elettrici.
Il letto motorizzato, pur sottoposto a una normativa specifica quale apparecchio elettromedicale, non presenta parti applicate al paziente con trasferimento di energia da o verso lo stesso.
Vedasi al proposito le definizioni di cui agli articoli 710.2.3 e 710.2.4 della Norma CEI 64-8/7 Sezione 710.

710.2.3 apparecchio elettromedicale (vedi 3.63 della Norma CEI EN 60601-1) apparecchio elettrico, dotato di una parte applicata o che trasferisce energia verso il o dal paziente, o rileva tale trasferimento di energia verso il o dal paziente e che è:
a) dotato di non più di una connessione ad una particolare alimentazione di rete; e b) previsto dal suo fabbricante per essere impiegato: 1) nella diagnosi, trattamento o monitoraggio di un paziente; oppure 2) per compensare, lenire una malattia, le lesioni o menomazioni. NOTA L’apparecchio elettromedicale include gli accessori definiti dal fabbricante come necessari all’uso normale dell’apparecchio elettromedicale.

710.2.4 parte applicata (vedi 3.8 della Norma CEI EN 60601-1) parte di un apparecchio elettromedicale che nell’uso normale viene necessariamente in contatto fisico con il paziente affinché l’apparecchio elettromedicale o il sistema elettromedicale possa svolgere la sua funzione

Pertanto, e a seguito di specifica valutazione del rischio, la presenza di un letto elettrificato non qualifica il locale medico come di Gruppo 1 con i relativi successivi obblighi ed adempimenti indicati dalla Sezione 710.