Categorie

FLUKE
Nuovi multimetri a pinza per impianti fotovoltaici con classe di sicurezza CAT III / 1500 V

Il nuovo multimetro a pinza consente test su impianti fotovoltaici a 1500 V, fornendo al contempo il massimo livello di sicurezza per questa tensione e una maggiore facilità d’uso.

Fluke annuncia il lancio di un nuovo multimetro a pinza progettato per misurare le tensioni in impianti fotovoltaici conformi al nuovo standard a 1500 V e che offre al contempo elevate caratteristiche di sicurezza e facilità d’uso in scatole di giunzione congestionate. I modelli Fluke 393 e 393 FC sono i primi multimetri a pinza a vero valore RMS CAT III / 1500 V DC per impianti fotovoltaici, conformi ai più recenti standard di sicurezza per multimetri a pinza IEC/EN 61010-2-032:2019.
Il multimetro a pinza è in grado di misurare fino a 1500 V DC rispetto agli strumenti standard per questo tipo di applicazione, che sono invece limitati a 1000 V DC.
Pertanto il Fluke 393 è lo strumento ideale per l’installazione e la manutenzione di impianti fotovoltaici di tutte le dimensioni, dai servizi di pubblica utilità agli impianti industriali e commerciali di grandi dimensioni. Poiché la generazione di energia solare è sempre più importante per soddisfare la domanda di energia rinnovabile, il nuovo multimetro a pinza è una novità cruciale per la gamma di strumenti Fluke per impianti fotovoltaici, come ad esempio i multimetri di isolamento Fluke 1577/1587 o il multimetro Fluke 87V MAX con grado di protezione IP67.

Maggiore sicurezza
Un elevato livello di sicurezza per gli utenti è garantito dall’uso di un isolamento CAT III a 1500 V; si tratta dell’unico multimetro a pinza per impianti fotovoltaici a offrire questo livello di protezione per tecnici e ingegneri. I puntali isolati del multimetro sono conformi allo standard CAT III 1500 V, mentre i multimetri stessi offrono una protezione CAT IV a 600 V AC.
La classe IP54 rende il multimetro a pinza Fluke 393 adatto per testare impianti fotovoltaici in diversi climi e in un’ampia gamma di condizioni atmosferiche, proteggendo lo strumento dall’ingresso di polvere e pioggia.

Facili da usare
La capacità di eseguire misurazioni rapide, semplici e accurate consente ai tecnici addetti alla manutenzione di lavorare su impianti fotovoltaici in funzione. Il problema è che le scatole di giunzione di questi impianti sono spesso piccole e congestionate, il che rende difficile collegare i multimetri per effettuare le misurazioni. Il Fluke 393 risolve questo problema con una ganascia più sottile del 25% rispetto ai modelli di multimetri a pinza Fluke esistenti, rendendo le misurazioni in spazi ristretti più facili e veloci.
La struttura delle ganasce è resistente, robusta e affidabile e soddisfa i severi requisiti CAT III in termini di dispersione e distanza.
Il modello 393 FC è compatibile con Fluke Connect, pertanto non è più necessario prendere appunti a mano. Fluke Connect consente ai tecnici addetti alla manutenzione e al personale dell’assistenza di documentare i valori e condividerli con il loro team. È possibile registrare e caricare fino a 65.000 punti di dati.
Oltre alle misurazioni di tensione e corrente, il nuovo multimetro a pinza fornisce la misurazione della potenza DC e la registrazione dei dati, per migliorare l’efficienza operativa.
La produttività è migliorata da un segnale acustico che indica la corretta polarità PV, nonché dall’indicazione di continuità visiva che semplifica i test di continuità in condizioni di scarsa illuminazione. Inoltre, i multimetri presentano un display a due righe per misurazioni simultanee.
Hans-Dieter Schuessele di Fluke afferma: “I nuovi modelli 393 e 393 FC, i primi multimetri a pinza per impianti fotovoltaici al mondo a offrire un livello di sicurezza CAT III a 1500 V, rappresentano un nuovo standard nei test per questo tipo di impianti. Progettati per essere estremamente sicuri e facili da usare, consentono agli installatori e al personale addetto alla manutenzione di configurare rapidamente gli impianti fotovoltaici affinché possano produrre energia rinnovabile“.