Categorie

QUESITO TECNICO
Da magnetotermico a magnetotermico-differenziale: manutenzione straordinaria?

Ho effettuato un intervento presso un’ abitazione privata, con fornitura trifase e potenza di 10 kW. L’ impianto elettrico, molto datato, non ha nessun tipo di certificazione. Ho effettuato la sostituzione dell’ interruttore generale tetrapolare, impiegato per la climatizzazione, con un Magnetotermico differenziale 4P In 25 A IDN 0,03 A, così da garantire la protezione differenziale della linea. Il resto della casa, invece era già dotato di in differenziale. 
Volevo comprendere che tipo di dichiarazione dovrei effettuare per l’ intervento eseguito.

Egidio Giudetti

Se le caratteristiche nominali del dispositivo non sono variate (25 A curva?) il suo intervento non ha trasformato o ampliato l’impianto. L’intervento descritto si può configurare come manutenzione straordinaria. Non è richiesto il progetto. Può rilasciare una normale dichiarazione di conformità (ovviamente a seguito alle prove e verifiche relative al suo intervento) intesa come “manutenzione straordinaria” descrivendo dettagliatamente quanto eseguito (così come ha fatto nel quesito).
Può allegare alla dichiarazione “l’elenco dei materiali utilizzati”, ovvero le caratteristiche del magnetotermico differenziale che ha installato.
Se l’impianto rientra nel campo di applicazione dell’articolo 7 comma 6 del decreto 37/08 l’occasione è buona per consigliare al cliente di incaricare un professionista iscritto ad ordine o albo a redigere una dichiarazione di rispondenza.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.