Categorie

QUESITO TECNICO
Coesistenza cavi di potenza e cavi di segnale

~DIn una abitazione, gli impianti citofoni, TV, allarme, telefono, trasmissione dati, possono coesistere in un’unica cassetta derivazione, tubazione e 503? Se non possono coesistere, quali sono gli impianti che possono coesistere nella stessa tubazione?

Nicola

~RPossono coesistere nella stessa tubazione i conduttori appartenenti ad impianti diversi se sono presenti le seguenti condizioni:

a) tutti i conduttori hanno un livello di isolamento equivalente alla tensione nominale dell’impianto con tensione più elevata,
b) non sono presenti all’interno della cassetta giunzioni o altri apparecchi di derivazione, nel caso sono necessari diaframmi fissi che suddividano i diversi impianti;
Per la cassetta terminale con presa d’utenza consigliamo una cassetta 503 per cadauna presa d’impianto oppure una cassetta con separatore fisso tra due prese appartenenti ad impianti diversi (salvo il caso della telefonia distribuita con la rete dati).

In ogni caso deve decidere di comune accordo con il committente dell’impianto se applicare i livelli di prestazione indicati nel Cap.37 della Norma CEI 64-8/3.

Comments ( 2 )

  • Ciao Nicola.
    Ho affrontato il quesito proprio nei giorni scorsi sul gruppo Facebook “Il professionista elettrico” in cui chiedevano la tua stessa cosa, riferita però solo al transito in una scatola 503.
    La risposta che ho dato è stata la seguente:

    CEI 64-8:2016 528.1.1
    “I circuiti di categoria 0 e I non devono essere contenuti nelle stesse condutture, a meno che ogni cavo non sia isolato per la tensione più elevata presente o ogni anima di cavo multipolare non sia isolata per la tensione più elevata presente nel cavo.”
    Se hai utilizzato cavi di segnale isolati per la tensione dei cavi di energia, in base a questo articolo la posa è fattibile.

    CEI 64-8:2016 528.1.1
    “Quando i componenti elettrici appartenenti a sistemi elettrici diversi sono raggruppati in un medesimo insieme (quadri, canalizzazioni, cassette ecc.) devono essere scelti o disposti in modo da evitare influenze reciproche nocive.”
    Un cavo di segnale schermato, senza giunte, che transita in una scatola portafrutti, non dovrebbe creare interferenze nocive né dovrebbe riceverne in modo inaccettabile (in realtà bisognerebbe fare una verifica della compatibilità elettromagnetica in base alla norma CEI 304-2, ma mi sento di dire a priori che non ci siano problemi per un piccolo passaggio in una scatola portafrutti).

    CEI 64-8:2016 528.1.2
    “Per le condutture elettriche poste in vicinanza alle condutture per telecomunicazione, si veda la Norma CEI 11-17.”
    Tale norma da delle specifiche solo per i cavi interrati, quindi non è il tuo caso.

    Sarebbe opportuno fare anche altre considerazioni, ma andrei troppo nello specifico e non mi pare il caso. Giusto per farti un esempio: se passi un cavo dell’impianto antintrusione assieme ai circuiti di energia, non potrai realizzare un impianto superiore al livello 1 secondo la norma CEI 79-3.

    Alessio Piamonti

  • max

    dalla pagina di FMC
    Cosa dice la norma di coesistenza dei cavi, chiamata CEI UNEL 36762?

    Fatto salvo quanto indicato nella norma CEI 64-8 (impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1,0KV a.c. o 1,5 KV d.c.), la nuova CEI UNEL 36762 stabilisce le caratteristiche di isolamento che devono essere rispettate, affinchè i cavi di segnale in classe 0 (tensione nominale <=120 d.c.) e cavi elettrici in classe 1 (tensione nominale = 0,6/1 KV a.c.) possano essere posati insieme senza particolari accorgimenti, quali ad es. tenerli separati fra loro, cosa comunque preferibile, laddove possibile. La nuova normativa stabilisce che, qualora il cavo in classe 0 sia rivestito con una guaina di 0,5 mm di spessore minimo, allora è una garanzia sufficiente per essere posato con un conduttore elettrico con tensione nominale verso terra <=400 V a.c. (U.o). Il cavo che soddisfi questo requisito dovrà essere marcato con la sigla C-4 (Uo=400V).

    La prova, che interessa questa norma tecnica, viene eseguita applicando una tensione di 2kV a.c. fra l'esterno del cavo ,immerso in acqua, e il primo conduttore presente sotto la guaina. Nel caso di cavo coassiale, il primo conduttore sotto la guaina è la treccia del cavo stesso.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.