Categorie

Nuove Varianti alle CEI 0-16 e 0-21. Ok ai sistemi di accumulo

Sono state pubblicate dal CEI le nuove Varianti alle Norme CEI 0-21 “Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti BT delle imprese distributrici di energia elettrica” e alla Norma CEI 0-16 “Regola tecnica di riferimento per la connessione di Utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle imprese distributrici di energia elettrica”.

Tali varianti hanno l’obiettivo di evidenziare le diverse modalità e configurazioni secondo cui possono essere installati i sistemi di accumulo presso un impianto di produzione di energia elettrica e di definire gli schemi di installazione delle apparecchiature di misura nel caso in cui si rendesse necessario misurare separatamente l’energia elettrica prodotta dagli altri gruppi di generazione di energia elettrica e l’energia elettrica prelevata, accumulata, rilasciata e nuovamente immessa in rete dai sistemi di accumulo. Di certo una fase importante nell’evoluzione delle reti di distribuzione in Italia.

Le tempistiche per l’effettiva applicazione di tali varianti in relazione ai sistemi di accumulo saranno definite dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas con propri provvedimenti.
A tal proposito l’Authority ha pubblicato sul sito internet istituzionale aeeg.it il documento per la consultazione 613/2013/R/eel con cui l’Autorità presenta i propri orientamenti in merito alle prime disposizioni relative ai sistemi di accumulo. Le proposte e i pareri dovranno essere inviati all’AEEG con le modalità espresse sul sito internet aeeg.it entro il 31 gennaio 2014.
È preferibile che i soggetti interessati inviino le proprie osservazioni e commenti attraverso il servizio interattivo messo a disposizione sul sito internet dell’Autorità. In alternativa, le osservazioni dovranno pervenire al seguente indirizzo tramite uno solo di questi mezzi: email (preferibile) con allegato il file contenente le osservazioni, fax o posta.

Scarica il documento di consultazione 613/2013/R/eel

Scarica la Variante V1 alla Norma CEI 0-16

Scarica la Variante V2 alla Norma CEI 0-21

 

 

Comments ( 1 )

  • Pier Luigi Caffese

    I sistemi accumulo che chiamerei stoccaggi sono l’arma vincente per ridurre il costo al MWh e produrre veri posti di lavoro.Ma nella vision AEEG sono mera burocrazia che premia gli accumuli piu’ costosi che sono le batterie,valide solo nella mobilità.Il Governo e AEEG devono incentivare solo sulla tabella dei loro costi al MWh,premiando quelli che costano meno e contemporaneamente considerare i posti lavoro dei progetti.Se diamo 10 miliardi annui agli accumuli e 5 miliardi li diamo a quelli gravitari(acqua o mare)abbiamo 720.000 posti lavoro.se diamo 5 miliardi ai sistemi chimici batterie abbiamo 5.000 posti lavoro.Diversa è la posizione del power to gas che io la metto nei sistemi gravitari acqua e mare e difatti posso produrre a 20 euro il MWh,contro i 100 euro del gas a MWh.
    La delibera accumuli come le aste sono simbolo di un vecchio modo piramidale di fare energia che oggi è circolare decentrata ed il gas importato non serve piu’.

Leave a Comment

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.